Regolamento Scuola-Lavoro: Uil Giovani Messina incontra l’assessore Lagalla

Uil Giovani Messina incontra l’assessore Lagalla: durante l’incontro si è discusso della Proposta di Regolamento Regionale sulla Scuola-Lavoro, delle problematiche inerenti la struttura della “macchina scuola”

uil giovani messinaProduttivo e costruttivo l’incontro tenutosi ieri presso l’Assessorato Regionale alla Formazione tra UIL Giovani, Libertà e Giustizia, Fare per Cambiare, Rete degli Studenti Medi, Unione degli Studenti e l’Assessore Roberto Lagalla. Durante l’incontro si è discusso della Proposta di Regolamento Regionale sulla Scuola-Lavoro, delle problematiche inerenti la struttura della “macchina scuola”, della dispersione scolastica, dei programmi di dimensionamento e dell’importanza di un’istruzione di qualità come chiave per la risoluzione di problematiche sociali e territoriali siciliane. Intesa e condivisione d’intenti tra i gruppi presenti e l’Assessore, il quale, dopo aver ascoltato un’introduzione al percorso di stesura della Proposta da parte di Santi di Bella (membro di Libertà e Giustizia), ha ricevuto copia del Documento e ne ha ascoltato il contenuto da parte del Coordinatore di UIL Giovani Alfredo Mangano, che ha anche intavolato i “temi caldi” dell’incontro. Hanno preso poi parte al dialogo Costanza Pizzo (membro di Fare per Cambiare), la quale ha esposto alcune spiacevoli esperienze causate dalla mancata regolamentazione dell’Alternzanza; hanno poi preso la parola Danilo Mungiovì (Unione degli Studenti) e Federico Allegretti (Rete degli Studenti Medi), che hanno evidenziato la necessità di una regolamentazione condivisa e di una risposta chiara alle rimostranze studentesche.
 Esponendo la necessità di una legge che regoli e migliori il sistema scolastico, l’Assessore ha accettato il contributo presentato, ritenendolo valida espressione di proposte concrete, alle quali deve però seguire un’attenta analisi anche con le altre parti in causa, al fine di elaborare un unico testo per la Legge Regionale sul Diritto allo Studio. Proprio per scrivere tale Legge nella maniera più completa possibile, l’Assessore ha anticipato che è sua intenzione istituire in tempi brevi due tavoli di lavoro: uno per la stesura del Testo riguardante il Diritto allo Studio, in cui sarà trattata la regolamentazione dell’Alternanza prendendo come base del testo di Proposta presentato; l’altro inerente il dimensionamento scolastico. A tali tavoli, ove presenzieranno tutte le figure competenti, sono stati invitati anche dei rappresentanti dei gruppi presenti, al fine di garantire, di comune accordo, partecipazione nella stesura di regole chiare ed efficaci. Danno i loro frutti caparbietà e costanza nell’aver tentato con ogni sforzo di presentare una proposta convincente e valida. Un impegno preso dunque da parte dell’Assessorato nell’avvio di un percorso che possa essere risolutivo e migliorativo del Sistema Scolastico Siciliano, con la sensibilità, la costanza e l’intento di garantire un ottimo testo che risponda alle reali esigenze e potenzialità del territorio per poter esercitare ed usufruire di una formazione di qualità, per acquisire conoscenze e competenze atte al rilancio ed al potenziamento con eccellenza della nostra terra.