fbpx

Trenord: Pd, Leu e M5S contro gestione, Farisè deve dimettersi

Milano, 22 feb. (AdnKronos) – Pd, M5S e Liberi e Uguali compatti contro la gestione Trenord. Dopo l’indiscrezione di stampa secondo cui l’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie, dopo un audit dello scorso ottobre, aveva messo in guardia la società su alcune anomalie alle ruote di un convoglio della Cremona-Treviglio, il candidato capolista Pd alle elezioni regionali, Pietro Bussolati, chiede conto alla società ferroviaria: “Se è inaccettabile far viaggiare i pendolari con treni sovraffolati e in ritardo lo è ancor di più farlo in situazioni di pericolo a causa della scarsa manutenzione. Cos’hanno da dire, a riguardo, Regione Lombardia e Trenord? Gli oltre 700mila pendolari che viaggiano ogni giorno, per studio o lavoro, hanno diritto ad avere delle spiegazioni”.
Dario Violi, candidato presidente del M5S, ritiene che l’ad, Cinzia Farisè, debba “dimettersi subito e senza un euro di buon uscita” perché “questa gestione mette a rischio la vita dei lombardi”. L’indiscrezione pubblicata da Business Insider non è “una novità per il Movimento 5 Stelle che denuncia ormai da anni la mancanza di manutenzione, il mancato rispetto degli orari di lavoro, gli sprechi e la mancata trasparenza nella gestione”.
Onorio Rosati, candidato presidente di Liberi e Uguali per la Lombardia, rincara: “La pesante relazione dell’Agenzia di Sicurezza ferroviaria è allarmante. Mostra con evidenza allarmi ignorati e una trascuratezza cronica della manutenzione, oltre che una gestione imbarazzante da parte di Trenord che smaschera definitivamente la tanto decantata eccellenza lombarda del centrodestra di Maroni e dei suoi predecessori”. L’ad di Trenord “deve dimettersi immediatamente, così come i dirigenti che non hanno ottemperato ai rilievi dell’Agenzia di Sicurezza ferroviaria. Trenord – conclude – non è in grado di garantire la sicurezza dei passeggeri: alla scadenza del contratto di servizio con la Regione bisogna fare una gara per affidare il servizio a un partner che metta al primo posto la sicurezza”.

Adnkronos