Taurianova (Rc): iniziativa sulla figura di Francesco Sofia Alessio

Musa Latina - copertinaUn importante appuntamento culturale sulla figura del latinista taurianovese Francesco Sofia Alessio, in programma Sabato 3 febbraio alle ore 18.00 presso l’ex Palazzo Municipale di Radicena. Il Gruppo Editoriale Il Seme Bianco ha riportato alle stampe “Musa Latina” di Francesco Sofia Alessio, dopo quasi un secolo. L’opera – che sarà presentata in occasione dell’evento – è stata ripubblicata in maniera fedele recuperando la versione originale del 1920, e mantenendo sia la traduzione in italiano dello stesso Poeta, che la prefazione del letterato Antonino Anile. Un’operazione culturale di grande rilevanza che offre la possibilità di riavvicinarsi alla poetica del latinista taurianovese. La manifestazione è promossa dal Comune di Taurianova, dalla Consulta delle Associazioni e dalla Pro Loco e rientra nel ciclo di presentazioni letterarie organizzate in preparazione della seconda edizione di “Taurianova legge. Festa del Libro e della Lettura” che si terrà nel mese di maggio. Francesco Sofia Alessio (Radicena, 18 settembre 1873 – Reggio Calabria, 14 aprile 1943) fu un illustre poeta latinista, la cui vita costituì un tributo alla scrittura in lingua latina di carmi prevalentemente religiosi, tanto che ottenne nel 1907 la gran lode (Magnae laudis) al prestigioso Certamen Hoeufftianum dell’Accademia reale olandese delle arti e delle scienze, con il poemetto “Duo Magi”, e al concorso di Amsterdam si aggiudicò tre medaglie d’oro con i carmi “Sepulcrum Joannis Pascoli” (1917), “Ultimi Tibulli Dies” (1920) e “Asterie” (1936). «Mi auguro di riuscire a trasmettere alla nostra comunità la mia stessa emozione: per la prima volta l’opera del mio concittadino verrà pubblicata e diffusa su scala nazionale, oltre che in tutti i canali di vendita on line – afferma l’editore Michele Caccamo – È un’operazione mai effettuata su Sofia Alessio, e io auspico che davvero possa essere ridato onore e merito a uno dei più importanti latinisti del mondo». «Devo ringraziare il sindaco Fabio Scionti – sottolinea Caccamo – per aver partecipato con slancio ed entusiasmo alla mia idea, e l’intera Amministrazione comunale per aver accolto e patrocinato l’evento; la Consulta delle Associazioni, instancabile e per natura disponibile a ogni progetto che abbia qualità educative e di crescita sociale; la Pro Loco che garantisce sempre l’apporto, la presenza, lo stimolo per ogni iniziativa che esalti il territorio e i suoi aspetti culturali. E infine il professore Giuseppe Riso, per aver accettato di presentare l’opera del Poeta ma anche per la sua antica disponibilità e il suo essere autentico umanista e cultore della sapienza». All’appuntamento, dopo i saluti del primo cittadino e dei rappresentati delle associazioni, interverranno l’editore Michele Caccamo e Giuseppe Riso, cultore di storia locale, che relazionerà sull’opera.

Locandina