Panico a Macerata, sparatorie in città: numerosi feriti, molti gravi. Il Sindaco: “non uscite di casa”, centro blindato. Terrore dopo la morte di Pamela Mastropietro [LIVE]

Panico a Macerata dopo la morte di Pamela Mastropietro: terribile escalation di violenza

spari macerataPanico a Macerata per la sparatoria tra le vie della citta’ che ha provocato il ferimento di almeno 6 persone, tute di colore. Secondo le prime notizie sembra che da un’Alfa Romeo 147 di colore nero, con a bordo due persone di pelle chiara, sono stati esplosi numerosi colpi di pistola in vari punti della citta’ all’indirizzo di persone di colore. Il sindaco Romano Carancini, dal suo profilo Facebook invita tutti i cittadini a restare a casa. “C’e’ un uomo in auto che sta sparando in citta’. Abbiamo fermato il trasporto pubblico. Abbiano chiesto alle scuole di tenere i bambini all’interno. Si consiglia di non muoversi per andare a prenderli fino a nuova comunicazione”. Anche la Polizia su Twitter scrive: “Operazione di polizia in corso. Restate al riparo, evitando luoghi all’aperto. Sono stati esplosi colpi di arma da fuoco e ci sono feriti”.

Bloccate per precauzione al momento e per motivi di sicurezza le uscite degli studenti dalle scuole di Macerata dopo che qualcuno sta ancora sparando all’impazzata da un auto verso passanti e negozi del centro cittadino. Il folle avrebbe gia’ causato il ferimento di 6 persone, oltre ad aver procurato numerosi danni alle vetrate dei negozi centrati da colpi di pistola. I fatti sono accaduti tra via Velini, Corso Cairoli e via Spalato. Al momento non e’ chiaro se le sparatorie siano dei regolamenti di contri tra extracomunitari – legati all’ omicidio della 18enne Pamela Mastropietro per il quale e’ accusato un nigeriano di 29 anni – o siano riconducibile ad altre persone.

AGGIORNAMENTO - Il presunto responsabile delle sparatorie segnalate oggi a Macerata e’ stato bloccato in piazza della Vittoria, dinanzi al Monumento ai Caduti. Alla vista degli agenti e’ fuggito a piedi verso la gradinata del monumento, gettando via alcuni indumenti, poi e’ stato preso. La pistola l’aveva lasciata in macchina.

Ma alcune indiscrezioni parlano di sparatorie anche fuori citta’, a Casette Verdini, la localita’ dove e’ stato trovato mercoledi scorso il corpo smembrato della 18enne romana Pamela Mastropietro, per l’omicidio della quale e’ accusato un nigeriano di 29 anni. Numerosi posti di blocco sono stati istituiti dalle forze dell’ordine nel centro e nella periferia di Macerata.

Il premier Paolo Gentiloni ha lasciato in anticipo un’iniziativa elettorale con Emma Bonino per seguire da palazzo Chigi gli sviluppi della sparatoria a Macerata. Il premier e’ in contatto con il ministro Marco Minniti e con il capo della polizia Franco Gabrielli.