Sequestrata nel reggino marijuana in un edificio del centro abitato [DETTAGLI]

L’abitazione, mai censita al catasto Comunale e disabitata da anni, era stata probabilmente individuata quale sicuro deposito da parte dei malfattori

Foto stupefacenteSan Luca (RC). Nell’ambito di un più ampio servizio straordinario di controllo del territorio finalizzato alla repressione dei reati in materia di stupefacenti e armi, i Carabinieri della Compagnia di Bianco, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato “Cacciatori” di Vibo Valentia, nella mattinata di ieri hanno effettuato numerose perquisizioni, rastrellamenti e controlli all’interno di edifici abbandonati rinvenendo, in un’abitazione al piano terra di via Caracciolo, un involucro contenente 800 gr. di marijuana, perfettamente conservata e pronta per lo smercio al dettaglio, a seguito del quale avrebbe fruttato all’incirca 10mila euro.

L’abitazione, mai censita al catasto Comunale e disabitata da anni, era stata probabilmente individuata quale sicuro deposito da parte dei malfattori, i quali, per garantirsi un accesso esclusivo alla stessa, avevano applicato un lucchetto alla porta d’ingresso e chiuso le finestre con delle tavole in legno.

Tutto il materiale rinvenuto, in ottimo stato di conservazione, è stato sequestrato in attesa degli ulteriori accertamenti che verranno disposti dall’Autorità Giudiziaria di Locri.

Il rinvenimento, è solo l’ennesimo ritrovamento che ha sottratto potenziali risorse alla locale criminalità organizzata ed è significativo il fatto che sia avvenuto a pochi passi dalla Piazza Carmine Tripodi – Brigadiere dei Carabinieri e Medaglia d’Oro al Valor Militare – di cui proprio oggi in paese si commemora la scomparsa, avvenuta a San Luca, per mano mafiosa, 33 anni fa.