Reggio Calabria: il Prefetto alla commemorazione del Brigadiere Carmine Tripodi

Il prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari a San Luca

prefetto di bari san luca “Un’ azione sinergica che coinvolga Istituzioni, Diocesi, Associazioni e tutta la comunità sanluchese per programmare iniziative con carattere di continuità e sistematicità finalizzate alla promozione di San Luca e del Santuario Polsi quali luoghi della Bellezza”. E’ la proposta del Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, illustrata nella sala consiliare comunale, a conclusione della giornata per la commemorazione del Brigadiere Carmine Tripodi, assassinato nel 1985. A queste iniziative, ha ribadito il prefetto Michele di Bari, è necessario affiancare percorsi culturali sulla legalità. All’incontro hanno partecipato: S.E. Mons. Francesco Oliva, Vescovo di Locri, i rappresentanti delle Forze dell’ordine, il Commissario prefettizio del comune di San Luca dott. Salvatore Gullì, i Dipendenti dell’Amministrazione Comunale, il Presidente del Parco dell’Aspromonte Giuseppe Bombino, i rappresentanti di Azienda Calabria Verde, la Dirigente dell’Istituto Comprensivo di San Luca e delle realtà associazionistiche, sportive del comprensorio. Il Prefetto, nel suo intervento, ha illustrato le iniziative da porre in essere per avviare un processo di sensibilizzazione collettiva, che preveda, tra l’altro, anche il consolidamento della realtà del santuario di Polsi e San Luca, con eventi sportivi, culturali, che coinvolgano tutta la comunità e in particolare i giovani. “Il nostro fine – ha proseguito il Prefetto – è quello di avviare un cammino integrato, costituito da eventi culturali e di legalità nell’esclusivo interesse di valorizzare il territorio”.

sdrDagli interventi dei rappresentanti delle istituzioni presenti è emerso che, tra le iniziative già in programma, e prossime ad essere definite, vi è una giornata dedicata allo sport e alla socializzazione, che vedrà protagoniste le giovani generazioni; ma anche interventi di miglioramento della viabilità, per facilitare l’accesso a Polsi. Per l’omonimo Santuario è già in cantiere un progetto per la gestione dell’accoglienza e il decoro del Santuario, da finanziare con fondi messi a disposizione dal Parco dell’Aspromonte. L’iniziativa prevede l’impiego di cooperative di giovani, la realizzazione dei Farmers’ Market nell’area mercatale adiacente il Santuario per la promozione dei prodotti enogastronomici identitari. Inoltre, sono previste escursioni all’interno del Parco con visite delle attrazioni naturalistiche, nonché giornate della Legalità organizzate dall’Istituto Scolastico in collaborazione con Save The Children, con la finalità di sensibilizzare i ragazzi verso un processo di educazione ambientale e rispetto della natura. Per la valorizzazione del comprensorio di San Luca in cui si inseriscono le iniziative oggi concepite sarà istituita presso il Comune di San Luca apposita “cabina di regia”.

Per la valorizzazione del comprensorio di San Luca in cui si inseriscono le iniziative oggi concepite sarà istituita presso il Comune di San Luca apposita “cabina di regia”.