Categoria: CALABRIANEWSREGGIO CALABRIA

Reggio Calabria: a breve sarà presentata una petizione popolare sulla tutela della salute e la salvaguardia del sistema sanitario pubblico

Una petizione popolare sulla tutela della salute e la salvaguardia del sistema sanitario pubblico.  Un documento che lunedì 19 sarà presentato ai candidati alle politiche della Città Metropolitana di Reggio Calabria

“La petizione popolare sulla “Tutela della salute e la salvaguardia del sistema sanitario pubblico”, avviata nell’autunno scorso dalle associazioni “Gli Angeli della Piana”, la “Compagnia della Stelle”, la “Danza della Vita” e l’Associazione Sociologi Italiani”, sarà presentata lunedì 19 febbraio 2018 (ore 10,30) nel salone delle conferenze della Città Metropolitana di Piazza Italia. Alla conferenza stampa, i promotori dell’iniziativa oltre ai giornalisti hanno invitato anche i candidati alle prossime elezioni politiche del 4 marzo presenti nelle liste di tutti i partiti e movimenti politici. Il diritto alla salute, secondo le associazioni promotrici della petizione, è stato calpestato nonostante la Costituzione all’art. 32 preveda che “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività e garantisce cure gratuite agli indigenti”. Diritto che lo smantellamento dello stato sociale continua a negare a larghe fasce di cittadini costretti a fare i conti con gli effetti delle politiche neoliberiste che alle vecchie aggiungono nuove e drammatiche povertà. La tutela della salute, in particolare nelle regioni in ritardo con lo sviluppo economico e con un alto indice di disoccupazione, è una delle cause della disgregazione sociale che genera  grande disperazione nelle famiglie con componenti che soffrono di gravi patologie. L’invito agli aspiranti senatori e deputati, al di là delle generiche promesse fatte dalla politica nel corso di questa campagna elettorale, vuole essere un momento di condivisione del problema sanità e, ovviamente, l’occasione per un impegno nei confronti di tutti i cittadini, in particolare di quanti, quotidianamente, sono costretti a fare i conti con un sistema sanitario pubblico sempre più attendo a far quadrare i bilanci attraverso la politica dei tagli  rispetto al sacrosanto e costituzionalmente garantito diritto alla salute“. Lo scrive in una nota stampa l’Associazione Sociologi Italiani.