Reggio Calabria, Imbalzano: “sul plesso scolastico del Galluppi vanno ricercate soluzioni urgenti ed efficaci”

Reggio Calabria, Imbalzano: “sul plesso scolastico del Galluppi vanno ricercate soluzioni urgenti ed efficaci”

Scuola-Galluppi“Apprendiamo con preoccupazione in merito alle notizie apparse sui principali organi d’informazione della parziale chiusura di un numero rilevante di aule del plesso scolastico “Pasquale Galluppi”, facente parte dell’Istituto Comprensivo Galluppi-Collodi-Bevacqua, sito nel popoloso quartiere di Sbarre nella periferia sud della Città, che tanti disagi sta causando agli studenti, alle loro famiglie e a tutto il personale scolastico, come conseguenza del grave e denunciato stato di insalubrità dei locali destinati allo svolgimento delle lezioni. Di fronte a queste circostanze è evidente come l’Amministrazione Comunale debba rifuggire da soluzioni tampone e attuare efficaci interventi manutentivi in somma urgenza, nonché offrire ai piccoli studenti di questo importante plesso la possibilità di essere ospitati, nelle more degli stessi interventi, presso altre adeguate strutture per lo svolgimento delle lezioni durante le ore mattutine”. E’ quanto afferma Pasquale Imbalzano, Capogruppo nel Consiglio Comunale di Reggio Calabria. “D’altronde non è pensabile, né ulterioremente praticabile, che gli studenti del popoloso plesso scolastico si vedano costretti a dover partecipare alle lezioni durante le ore pomerdiane, attesi i notevoli disagi che si stanno generando da questo cambio forzoso dell’orario dell’attività didattica, tanto complesso per le famiglie, obbligate a compiere enormi sacrifici per far conciliare i tempi di spostamento tra gli ambiti casa-lavoro-scuola, quanto insostenibile per il personale docente e non docente, i quali – in diversi casi- si trovano costretti a orari lavorativi incompatibili con le normali attività, spalmati su tutto l’arco della giornata, e vieppiù condizionati da una mancanza di aule che sta determinando una nefasta sovrapposizione delle attività disciplinari, con effetti negativi non solo dal punto di vista logistico”, continua Pasquale Imbalzano.

“Peraltro, a questa criticità si aggiunge una condannabile fase di paralisi amministrativa sulla mancata cantierizzazione dei lavori di ristrutturazione dell’adiacente plesso scolastico Bevacqua che da almeno un lustro si trascina a danno del popoloso quartiere di Sbarre. Infatti, su nostra iniziativa, già nel 2016, l’Assessorato ai Lavori Pubblici, allora diretto dall’Assessore Marcianò, provvide alla rimodulazione della spesa per dare avvio ai lavori di ristrutturazione del medesimo plesso Bevacqua, nonché per la celere cantierizzazione dello stesso, volendo alleviare i disagi che la popolazione studentesca sta da tempo subendo, a seguito della chiusura per problemi legati alla staticità dell’immobile scolastico. Tuttavia, le note vicende politiche dell’estate 2017 che hanno visto il defenestramento dell’Assessore ai Lavori Pubblici, unitamente alla prolungata vacanza dirigenziale, hanno contribuito ad aggravare la situazione di disordine amministrativo su questa e su tante altre criticità che la Città vive quotidianamente”, aggiunge il Capogruppo Pasquale Imbalzano. “Poiché riteniamo ingiusto che gli errori grossolani compiuti dall’Amministrazione Comunale ricadano, nei termini di disagio e difficoltà, sulle spalle dei cittadini, e, nel caso di specie, degli studenti, delle loro famiglie, del personale docente e non docente che sopportano già da troppi giorni una non voluta e non sostenibile impasse , abbiamo già provveduto nel chiedere la convocazione urgente di una riunione ad hoc della I^ Commissione consiliare Assetto del Territorio, presieduta dal consigliere Sera, affinché sia trovata, alla presenza dei responsabili dei settori Pubblica Istruzione e Lavori Pubblici, adeguata soluzione attraverso la disposizione di una somma urgenza degli interventi per il ripristino della salubrità e della sicurezza delle aule scolastiche del plesso Galluppi e, nelle more dei medesimi, sia individuata nelle vicinanze una struttura idonea ad ospitare gli studenti, evitando il perpetuarsi a loro danno dello svolgimento delle lezioni nella fascia pomeridiana, che notevoli difficoltà organizzative e didattiche sta causando, mettendo a repentaglio seriamente il diritto all’istruzione tanto declamato da questa Amministrazione, ma troppo spesso deluso e talvolta violato” conclude Pasquale Imbalzano.