Reggio Calabria, Imbalzano: “al centro per l’impiego di via Torricelli Pescatori, una situazione ormai insostenibile”

palazzo san giorgio“Con l’accorpamento del Centro per l’Impiego di Gallico a quello di Via Torricelli Pescatori,  si è determinata una situazione, già assai critica,  di fatto ormai  insostenibile per dipendenti e soprattutto utenti. Si assiste, pressoché quotidianamente,  a file interminabili di cittadini costretti ad attese di ore, solo  per attingere alla più semplice delle informazioni, con il risultato che gli uffici stessi  sono ormai impossibilitati a svolgere quel ruolo di consulenza e di orientamento a tanti giovani e meno giovani, che resta ancora il compito primario  degli stessi uffici”. E’ quanto afferma il Consigliere Comunale Pasquale Imbalzano, che a più riprese negli ultimi tempi ha voluto monitorare, su sollecitazione di tanti cittadini interessati, l’andamento di una struttura così importante nella vita della città. “Da anni, si registra un continuo depauperamento delle risorse umane disponibili a causa del pensionamento di numerosi impiegati, mai sostituiti. La conseguenza naturale che ne è derivata è rappresentata dall’aggravarsi del   peso di compiti sempre più insostenibili che  è andato progressivamente a caricarsi   sulle sole spalle dei dipendenti meno anziani, con il risultato che,  nonostante i loro sforzi ed il loro alto senso di responsabilità, la qualità del servizio ne risente drammaticamente” continua Pasquale Imbalzano. “Il Sindaco Metropolitano ed il Dipartimento Lavoro della nuova Metrocity, al di là del fatto che la Regione Calabria -  dopo un lasso di tempo così lungo -  non ha inteso ancora  attribuire le relative deleghe amministrative, non possono più tergiversare e sono chiamati  ad assumere urgenti iniziative per rafforzare gli organici e garantire alla cittadinanza un livello di servizi degno di un paese civile” aggiunge ancora Pasquale Imbalzano. “Ove dovesse perdurare questo stato di cose, divenuto ormai più che delicato,  non viene esclusa  la possibilità di una “serrata”,  capace di smuovere dal letargo Organi ed Uffici deputati a gestire una situazione che quotidianamente rischia di degenerare, stanti le attese cui sono costretti le centinaia di  Utenti e le condizioni di assoluto stress  in cui sono chiamati i ad operare tutti  i dipendenti preposti a compiti così importanti”, conclude il Consigliere Comunale Pasquale Imbalzano.