Reggio Calabria: il Cis presenta “Botticelli, il pittore della grazia”

Il Cis presenta “Botticelli, il pittore della grazia”

cis calabriaIl Centro Internazionale Scrittori della Calabria, lunedì 5 febbraio 2018, alle ore 16:45, presso la Biblioteca comunale “P. De Nava” di Reggio Calabria, nel contesto del ciclo “Invito alla bellezza”, promuove il quattordicesimo incontro “Botticelli, il pittore della grazia”. Attraverso numerose slides relazionerà il dott. Salvatore Timpano, studioso di arte, componente del Comitato Scientifico del CIS. Sandro Filipepi, detto il Botticelli nasce a Firenze nel 1445 – e muore nel 1510. La sua formazione avvenne nella bottega di Filippo Lippi. Influenzato anche dall’arte del Pollaiolo, Botticelli produsse opere come la Fortezza e il San Sebastiano nelle quali ha particolare valore l’uso della linea. Per Lorenzo di Piero de’ Medici realizzò la Primavera, in questo dipinto Botticelli raggiunge una perfetta armonia tra il ritmo lineare del disegno e la rappresentazione plastica delle forme. L’opera è ispirata alla mitologia greco-romana e traccia la nascita di Venere (dea dell’amore e della femminilità, conosciuta anche come Afrodite nella mitologia greca), fuori dall’acqua e spinta su un’isola grazie al respiro di Zefiro, personificazione del vento. La stessa atmosfera si ritrova nelle opere realizzate tra il 1482 e il 1484 Nascita di Venere, Pallade e il Centauro, Marte e Venere. Negli stessi anni dipinge anche quadri a soggetto sacro, come la Madonna Magnificat e la Madonna della melagrana. Verso la fine del secolo il suo stile subisce un mutamento, la sua pittura si fa di carattere sacro probabilmente dovuto all’influenza delle predicazioni di Savonarola. Ricordiamo anche la Natività, La Pietà e l’Annunciazione, tutte opere di alto Contenuto spirituale.