Reggio Calabria: riaperto il cantiere per il completamento del Cineteatro di Gallico [FOTO]

/

Riaperto a Reggio Calabria il cantiere per il completamento del Cineteatro di Gallico

cineteatro gallicoNel giorno della Candelora, per  Gallico e per l’Associazione Culturale “Nuovo Giangurgolo”, è stato un giorno di grande luce, dove la Madonna della Grazia, da secoli venerata in tutta la Vallata del Gallico, ha voluto che si compisse il miracolo che i gallicesi attendevano con palpitazioni ormai da molti anni, la riapertura del cantiere per il completamento del Cineteatro nell’area ex Cral Enal a Gallico. Infatti, verso mezzogiorno di venerdì 2 febbraio il sindaco è arrivato a Gallico Superiore e alla presenza dei ragazzi della Scuola Media, “Boccioni” dell’Istituto Comprensivo “Orazio Lazzarino”, di un folto numero di cittadini, di assessori comunali e tecnici, tra cui l’ing. Domenico Richichi, direttore dei lavori, ha consegnato i lavori al Raggruppamento Temporaneo d’Impresa Costituito da AS Costruzioni di Villa S. Giovanni e AZP Srl, di Messina, per il COMPLETAMENTO  del CINETEATRO, nell’ex area Cral  Enal a Gallico Superiore, Tv I^ di via Anita Garibaldi. A questo importante ed emozionante appuntamento è mancata la vera protagonista dell’evento, ex assessore ai Lavori Pubblici, Angela Marcianò, che in un meno di un anno, con passione, amore e competenza ha curato tutto l’iter amministrativo: adeguamento progetto alle nuove norme di legge, rifinanziamento dell’opera, i rapporti con la Cassa Deposito e Prestiti, i vari passaggi in Giunta e in Consiglio comunale, l’avvio della gara d’appalto. L’anno scorso, in occasione della manifestazione Per Ricordare Pino Santoro, nella Sala Tv della Casa dei Padri Somaschi al Parco della Mondialità, l’assessore Marcianò ha detto.

Siamo finalmente riusciti a costituire la commissione che presso la Suap dovrà selezionare la ditta per il completamento del teatro che appartiene, si a Gallico, ma che deve essere a servizio di tutta l’area metropolitana della città di Reggio Calabria. La cifra per il completamente dell’opera è importante, un milione e settecento mila euro circa, quindi, essendo anche assessore alla legalità, ho avuto un incontro a Roma con il commissario all’anticorruzione, il dott. Raffaele Cantone, affinché sia per questo lavoro che per altri lavori importanti che si dovranno realizzare in città, come ad esempio il Palazzo di Giustizia, le ditte appaltanti dovranno essere assolutamente pulite, serie e professionalmente capaci e dare certezza che il lavoro appaltato sia portato a termine con qualità e nei tempi stabiliti dal bando. In questo caso in un anno e undici mesi”. Oggi il Sindaco Giuseppe Falcomatà ha ricordato la posa della prima pietra avvenuta il 7 dicembre del 2000 ad opera del sindaco Italo Falcomatà, che fortemente ha voluto, in un progetto di “Reggio Città Policentrica”, Gallico avesse il suo teatro proprio nel luogo dove i gallicesi l’avevano iniziato a costruito già nel 1926 e finito nel 1930 e, poi,  distrutto dal fuoco, da mano ignota, a gennaio del 1967. Una alunna della Scuola media “Boccioni” di Gallico, si è rivolta al sindaco  con queste parole: “Noi amiamo il teatro, amiamo vivere la cultura e ci auguriamo che questo momento sia l’inizio dell’ultima parte di un’avventura che rischia di diventare leggenda metropolitana. Signor Sindaco, non ci tradisca, non tradisca il nostro amore per lo studio e la cultura, non tradisca il nostro quartiere”.

“Come Associazione Nuovo Giangurgolo saremo sempre vigili, come lo siamo sempre stati  e ci auguriamo che dopo il terzo appalto l’opera venga portata a compimento e già da ora chiediamo al sindaco Falcomatà che si adoperi ad avviare le procedure per l’acquisto degli arredi affinché, veramente fra meno di due anni il Cineteatro di Gallico, fortemente voluto dalla popolazione, possa essere consegnato già funzionante al popolo reggino ed al tutto il mondo artistico culturale operante in città” dichiara Oreste Arconte.