A Reggio Calabria la firma di un protocollo di intesa tra uffici giudiziari in materia di misure di prevenzione, presente Cafiero De Raho [FOTO e INTERVISTE]

A Reggio Calabria è avvenuta la firma di un protocollo di intesa tra uffici giudiziari in materia di misure di prevenzione, alla luce del nuovo codice antimafia

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

Stamani presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria è avvenuta la firma di un protocollo di intesa tra uffici giudiziari in materia di misure di prevenzione, alla luce del nuovo codice antimafia. Erano presenti alla firma il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, il procuratore generale alla Corte di appello di Reggio Calabria, Bernardo Petralia, il Procuratore Vicario di Reggio Calabria Calogero Gaetano Paci ed i procuratori di Locri e Palmi. Un protocollo d’intesa in materia di indagini finalizzate all’applicazione di misure di prevenzione personali e patrimoniali. Un protocollo, sottolinea il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho, che ha il fine di coordinare al meglio l’azione di prevenzione anche nel caso ci dovessero essere delle sovrapposizioni. La prevenzione costituisce uno degli strumenti più efficaci per il contrasto alle mafie soprattutto sotto l’aspetto patrimoniale. Una disciplina che consentirà agli uffici dirigenti un contrasto più efficace alle mafie è un passo importante perché la nuova legge possa trovare piena applicazione.



Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
Foto StrettoWeb / Salvatore Dato