Presso il Parco Archeologico di Naxos Taormina, interessante convegno “valorizzare il passato per ritrovare il futuro”

Taormina

Il convegno è organizzato dal Parco Archeologico di Naxos-Taormina e dalla società The Key

Taormina“Valorizzare il passato per ritrovare il futuro” è il titolo del convegno promosso ed organizzato dal Parco Archeologico di Naxos-Taormina e The Key srl, in collaborazione con CNR IBAM (Istituto per i beni archeologici e monumentali), Biblioteche Riunite “Civica e A. Ursino Recupero” di Catania, CNAPPC (Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori). Si discuterà del sistema dei siti culturali della Sicilia Orientale come ingrediente di crescita del territorio. L’appuntamento è per mercoledì 14 febbraio, a partire dalle 10.30, presso il Refettorio piccolo delle Biblioteche Riunite “Civica e A. Ursino Recupero”, ex Monastero dei Benedettini di San Nicolò l’Arena,via Biblioteca 13, Catania.

«L’esperienza di gestione del Parco Archeologico di Naxos Taormina – afferma il direttore Vera Greco – ha dimostrato quanto sia necessaria un’azione sinergica tra enti pubblici e società private, ognuno nel rispetto dei propri ruoli, per raggiungere, partendo da interessi diversi, obiettivi comuni quali la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e lo sviluppo economico del territorio». Il convegno sarà, dunque, l’occasione per presentare un nuovo modello operativo di partenariato pubblico-privato per la valorizzazione dei siti archeologici. «Il Parco Archeologico di Naxos Taormina – spiega il direttore – vuole proporre una valorizzazione del patrimonio culturale che generi allo stesso tempo sviluppo del territorio. Offrire nuovi servizi che concorrano allo sviluppo locale, tra economie della cultura, ricerca archeologica, turismo e ricettività, artigianato e produzioni locali. Cercheremo di unire le diverse esigenze dei privati sotto il segno della valorizzazione e della tutela dei beni culturali».

valorizzare il passato per ritrovare il futuroAl convegno parteciperanno, tra gli altri, l’assessore Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Vittorio Sgarbi; l’assessore regionale al Turismo, allo Sport e allo Spettacolo, Sandro Pappalardo; il vicepresidente della Regione Siciliana e assessore all’Economia, Gaetano Armao; il dirigente generale del dipartimento regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Maria Elena Volpes. Sarà presente, inoltre, il vicepresidente nazionale di CNAPPC, Rino La Mendola, che lancerà il Concorso Internazionale di Architettura per i professionisti under 35. La giornata sarà divisa in due momenti. Durante la prima parte, dopo i saluti istituzionali del sindaco di Catania Enzo Bianco, il direttore del Parco Archeologico di Naxos-Taormina, Vera Greco, insieme all’amministratore delegato e al presidente di The Key, Andrea Benedino e Riccardo Ercoli, illustreranno il progetto di valorizzazione dei siti archeologici attraverso la collaborazione tra pubblico e privato. Seguirà la presentazione del Progetto Integrato per i siti culturali della Sicilia Orientale, redatto dallo studio TRA ed esposto da Isabelle Toussaint. Nel pomeriggio si terrà un panel sugli investimenti in cultura condotto dalla giornalista Paola Pierotti. Parteciperanno: Andrea Rurale, economista e direttore M.A.M.A. – SDA Bocconi Milano; Mario Breglia, economista e presidente Scenari immobiliari / Sidief; Nico Torrisi, presidente di Federalberghi Sicilia e a.d. di Sac; Daniele Malfitana; archeologo e direttore di CNR IBAM.