Il Premier Paolo Gentiloni a Catania: “può essere uno dei motori del sud” [FOTO]

  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
  • Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
    Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse
/

Le parole del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni in visita a Catania

Il Premier Paolo Gentiloni a Catania

Tiberio Barchielli/Palazzo Chigi/LaPresse

Il cantiere Catania ha le possibilita’ di essere uno dei motori del Mezzogiorno“. Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, intervenendo alla firma degli atti di consegna di sei nuovi cantieri rientranti nel Bando Periferie, nel Palazzo degli Elefanti, sede del comune di Catania. “Ricucire le citta’, patrimonio fondamentale del Paese, e’ una missione tra le piu’ importanti del governo: abbiamo in questi anni mobilitato risorse ingenti”. “E’ stata un’esperienza molto bella – sottolinea – questa mattina innanzitutto partecipare alla cabina di regia. Eravamo ospiti di STMicroelectronics, una grandissima eccellenza industriale e tecnologica di cui siamo tutti orgogliosi. In quell’incontro abbiamo visto da vicino quanto importante sia per il nostro Paese la capacita’ del nostro tessuto sociale e istituzionale di lavorare insieme e fare squadra“. Per Catania “ci sono progetti per l’immediato e per il futuro. Alcuni miglioreranno le condizioni di vita di quartieri e zone di Catania, altri ne cambieranno il volto. Sono tutti progetti che richiedono una cura continua, perche’ sappiamo bene che per trasformare il nostro Paese serve certamente stanziare le risorse, avere a disposizione quattrini, ma serve avere una determinazione continua perche’ i progetti mantengano tempi e promesse, le risorse vengano impiegate correttamente e i cittadini vedano i risultati“, sottolinea. “A meno di due anni dalla firma con Renzi del patto per Catania, possiamo registrare l’andamento positivo di questo impegno, che ha a che fare con l’idea di una manutenzione straordinaria”. “C’e’ inoltre un deciso impegno ambientale che deve essere assolutamente centrale. La bellissima esperienza degli orti urbani che e’ contemporaneamente ambientale e sociale e ha una valenza simbolica spettacolare. La visione ambientale che guarda al futuro credo sia fondamentale“, osserva Gentiloni che e’ stato accolto dagli alunni delle scuole Dusmet, Campanella-Sturzo e Brancati, nella visita ai tredici orti urbani che saranno assegnati alle famiglie del quartiere periferico di Librino.