Ponte Messina, Gentile (RFI): “è un’opera sulla quale bisogna investire perchè positiva”

Ponte Messina, Gentile (RFI): “è un’opera sulla quale bisogna investire perchè positiva”

ponte-sullo-stretto-di-messinaIl ponte sullo Stretto? Dal punto di vista di gestore di un’infrastruttura che deve garantire continuità territoriale, è evidente che sia un’opera sulla quale ci si debba posizionare in termini positivi“. Così Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rfi, a Napoli per un convegno sulla logistica ospitato dall’Unione industriali di Napoli. Il ponte, o come Gentile preferisce definirlo “collegamento stabile perché il ponte ci fa immaginare una infrastruttura specifica mentre esistono anche altre soluzioni alternative allo studio”, sarebbe, secondo l’ad di Rfi, “una delle opere che realizzano il corridoio Scandinavia-Mediterraneo sul quale si stanno realizzando molte opere in tutti i Paesi europei, con l’Italia in prima linea perché ne ospita quasi il 50% dell’estensione. E’ evidente quindi che, se penso all’infrastruttura ferroviaria come parte integrante del corridoio europeo, sia un’opera sulla quale ci si debba posizionare in termini positivi“.