Parte da Reggio Calabria il tour del Bus della Libertà [FOTO e INTERVISTA]

  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
  • Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
    Foto StrettoWeb / Salvatore Dato
/

Partito oggi da Reggio Calabria il “Bus della Libertà” che percorrerà 11 città italiane

bus libertà

Foto StrettoWeb / Salvatore Dato

E’ partito oggi, alle ore 15, dal lungomare di Reggio Calabria e percorrerà 11 città italiane per concludersi a Roma, davanti alla Corte di Cassazione il 27 pomeriggio. E’ il “Bus della Libertà”, iniziativa di CitizenGo e Generazione Famiglia – Le Manif Pour Tous Italia, alla sua seconda edizione dopo i dibattiti e le polemiche che nello scorso anno hanno accompagnato tutte le sue tappe. Il pullman – completamente ricoperto con la scritta cubitale “Non confondete l’identità sessuale dei bambini“, sarà in tour, come si legge in una nota, per “denunciare la nuova ondata di quella che Papa Francesco ha definito una ‘colonizzazione ideologica’ al pari del nazismo e del comunismo“. Durante le tappe saranno regalati migliaia di vademecum “per aiutare i genitori a riconoscere i progetti gender nelle scuole e a tornare protagonisti dell’educazione dei loro figli“.

Un bus per denunciare che oggi nelle scuole italiane vengono inseriti progetti, da parte della associazioni LGBT, sulla sessualità e sulla affettività che confondono i bambini“, sottolinea Filippo Savarese, Portavoce Nazionale di Generazione Famiglia, “e ne abbiamo avuto conferma qui a Reggio Calabria con il comunicato della Commissione per le Pari Oppurtunità. L’associazione LGBT ha costituito una lobby che impedisce ai cittadini di esprimere le proprie opinioni e manifestarle pubblicamente. Abbiamo chiesto ai nostri legali di verificare se questo comunicato sia diffamatorio nei nostri confronti. Le associazioni LGBT che hanno appoggi politici non ci intimidiranno”. La sosta è durata circa un’ora e mezza, durante la quale è stato regalato il Vademecum per Genitori Protagonisti nelle Scuole e la maglietta ufficiale del Tour 2018, subito dopo il bus ha fatto un piccolo tour della città.

 Le altre date del tour nazionale saranno:

CATANIA Mercoledì 21 Febbraio ore 11 Via Cardinale Dusmet (alt. Villa Pacini)
NAPOLI Giovedì 22 Febbraio ore 11 Viale Dohrn (alt. Rotonda Diaz)
LIVORNO Venerdì 23 Febbraio. ore 11
TORINO Sabato 24 Febbraio ore 11
MILANO Sabato 24 Febbraio ore 15
VERONA Domenica 25 Febbraio ore 10:30
BOLOGNA Lunedì 26 Febbraio ore 12
CESENA Lunedì 26 Febbraio ore 15
PESCARA Martedì 27 Febbraio ore 11

CONCLUSIONE DEL TOUR A ROMA Martedì 27 Febbraio ore 16 presso la Corte di Cassazione