Orrore in Calabria, 4 morti a Rende. Un parente, “era una famiglia tranquilla”

Le parole di un parente della famiglia uccisa a Rende

carabinieriUna famiglia tranquilla, mai un litigio. Non mi capacito di cio’ che accaduto. Salvatore era un lavoratore, i ragazzi due giovani normali, Cristiana lavorava in un call center e Giovanni era all’universita’“. Lo racconta il cugino di Salvatore Giordano, l’uomo trovato morto insieme alla moglie ed ai due figli nella sua abitazione a Rende. Il cugino abita nella villetta accanto a quella in cui e’ avvenuta la strage.