‘Ndrangheta: confisca per 200 milioni a imprenditore di Lamezia Terme

Confisca a imprenditore edile di Lamezia Terme: il 62enne è ritenuto legato alle cosche di ‘ndrangheta

carabinieriConfisca per circa 200 milioni di euro nei confronti di Salvatore Mazzei, imprenditore edile di Lamezia Terme:  il 62enne è ritenuto legato alle cosche di ‘ndrangheta. Il provvedimento e’ stato emesso dal Tribunale di Catanzaro ed e’ stato eseguito dai Carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Catanzaro, del Comando Provinciale Carabinieri di Catanzaro e del Gruppo Carabinieri di Lamezia Terme. La confisca e’ stata preceduta da un sequestro richiesto dalla Procura della Repubblica di Catanzaro, Direzione distrettuale antimafia, diretta dal procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri e coordinata dall’aggiunto Giovanni Bombardieri. I beni oggetto di confisca sono 26 societa’ 67 fabbricati; 176 appezzamenti di terreno; 13 autocarri; 5 autovetture; 10 macchine operatrici per cantiere e un motociclo.