Nadia Toffa commuove l’Italia con l’annuncio in diretta a Le Iene: “dopo il malore mi hanno diagnosticato un cancro”

Nadia Toffa annuncia in diretta Tv alle Iene di aver avuto una terribile diagnosi dopo il malore del 2 dicembre

toffa “‘Ho avuto un cancro. Ho fatto la chemioterapia e la radioterapia dopo l’intervento. Ora ve ne posso parlare, sto bene‘”. Così Nadia Toffa ha testimoniato, visibilmente commossa, la propria battaglia contro un tumore diagnosticatole dopo il malore dello scorso 2 Dicembre, quando da Trieste aveva tenuto l’Italia intera col fiato sospesa. Nadia Toffa è tornata a condurre stasera Le Iene, con la parrucca. “Non tratteci da malati – aggiunge – siamo dei guerrieri. Se mi incontrate per strada trattatemi come al solito: commentate l’ultimo servizio visto, criticatemi se volete, ma non trattatemi da malata.”

Ecco le parole di Nadia Toffa stasera in TV:

Sono tornata a casa mia! Ho immaginato tanto questo momento. Vorrei prendermi due minuti per raccontarvi questi mesi. Il rapporto tra di noi è sempre stato di sincerità e voglio condividere quello che è successo. Ho avuto un cancro. Mi sono operata e mi hanno tolto il 100% del tumore. Ma ho fatto un radio e chemio preventiva, le ho finite pochi giorni fa. Ho deciso di non dirlo, lo sapevano pochissime persone. Con la stampa è stato necessario non rivelarlo. Non mi vergogno di nulla, nemmeno del fatto che ora porto la parrucca. Ci sono stati momenti difficili, per esempio quando mi è rimasta in mano la prima ciocca. Ho pensato a Gabriella, una bambina che ci aveva raccontato del suo cancro e di quando ha perso i capelli. Grazie Gabriella! Voglio chiedere aiuto anche a voi: si tende ad avere una certa delicatezza con chi ha avuto un cancro. Invece, chiedo tanta normalità, continuate a prendermi in giro (ai colleghi de Le Iene). Lo chiedo anche a voi, il pubblico. Se mi incontrate per strada trattatemi come al solito: se volete farmi un complimento, o dirmi che un servizio non vi è piaciuto, ditemelo. Criticatemi se volete, ma non trattatemi da malata“.