Motta San Giovanni, approvata in consiglio la convenzione per la gestione dell’attività di riscossione delle entrate comunali

Motta San Giovanni, il Consiglio comunale all’unanimità ha approvato la convenzione per la gestione dell’attività di riscossione da affidare a “Agenzia delle Entrate-Riscossione”

ass Enza MallamaciSu proposta dell’assessore comunale al Bilancio, Enza Mallamaci, il Consiglio comunale all’unanimità ha approvato la convenzione per la gestione dell’attività di riscossione da affidare a “Agenzia delle Entrate-Riscossione”. “Dalla cessazione della società del gruppo Equitalia prevista dal Decreto legge 193/2016 e dalla nascita del nuovo soggetto pubblico – ha esordito l’assessore al Bilancio intervenendo in Consiglio –  gli enti locali sono stati chiamati a decidere le modalità di gestione della riscossione delle proprie entrate, anche in relazione alle novità introdotte. Il Decreto Legge 193/2016, infatti, ha dettato una rigorosa disciplina della riscossione spontanea delle Amministrazioni locali, stabilendo l’obbligo di versamento delle stesse direttamente sul conto intestato all’Ente, ovvero mediante modello F24 per le entrate tributarie. Fermo restando l’obbligo per IMU e TASI dell’F24, l’art.2 del Decreto consente a tutte le Amministrazioni locali di affidare la riscossione spontanea e coattiva delle entrate al nuovo soggetto pubblico della riscossione mediante deliberazione consiliare”. “Gli enti locali – ha poi aggiunto –  sono necessariamente chiamati a decidere come gestire la riscossione tenendo conto dei principi di razionalizzazione, di economicità, di imparzialità, di equità, di efficacia, di legittimità.  La stipula in esame oltre a palesarsi come strumento di contrasto all’evasione fiscale costituisce un ausilio per gli uffici comunali che non dispongono di risorse umane e strumentali sufficienti per un puntuale e corretto adempimento degli obblighi di legge, da cui la necessità di dover accelerare la riscossione delle proprie entrate anche in ragione della rilevanza assunta dalla stessa in materia di armonizzazione dei sistemi contabili degli enti territoriali”. “Inoltre – ha poi concluso l’assessore Enza Mallamaci prima di ottenere il consenso dell’intero Consiglio comunale – insieme agli uffici stiamo lavorando per la redazione del Regolamento che disciplinerà l’Accertamento con adesione, uno degli strumenti deflattivi del contenzioso più utilizzato dai contribuenti: l’accertamento con adesione, che darà modo al contribuente, attraverso l’adesione volontaria spontanea, all’accertamento, alla definizione della posizione debitoria e alla successiva rateizzazione del dovuto. Questo nell’ottica di creare un rapporto più vicino al contribuente, permettendo a tutti di assolvere a quanto dovuto”.