Arriva l’ok dal Tribunale: sempre più vicino l’avvio di Messina Servizi Bene Comune

Il Tribunale fallimentare esprime parer favorevole all’istanza di usufrutto, Ialacqua: “ passo decisivo verso l’avvio di Messina Servizi Bene Comune”

messinambiente-lavoratori-al-comuneE’ la notizia che aspettavamo con ansia, un passo decisivo verso l’avvio di Messina Servizi Bene Comune”. Si esprime così, non nascondendo la sua soddisfazione, l’assessore all’Ambiente, Daniele Ialacqua, alla notizia sul parere positivo espresso dal Tribunale fallimentare all’istanza di usufrutto del ramo d’azienda di Messinambiente. “Siamo contenti che il percorso della nuova società possa continuare – aggiunge Ialacqua – e siamo già al lavoro affinché si sciolgano al più presto gli ultimi nodi per concretizzare il progetto di Messinaservizi Bene Comune, con il passaggio dei beni, dei lavoratori e dell’intero servizio della gestione integrata dei rifiuti entro il mese. Sarà sicuramente rimasto male chi era pronto a recitare il de profundis della nuova società. Messinaservizi Bene Comune nasce per mantenere in mani pubbliche il servizio di gestione rifiuti, per dare stabilità ai lavoratori di Messinambiente ed ATOMe3 e raggiungere gli obiettivi previsti dalla legge che oggi non siamo riusciti a centrare pienamente per le troppe criticità ereditate. Chi ‘ha lavorato’ e ‘lavora’ contro questo progetto, lo fa consapevolmente o meno contro gli interessi dei lavoratori e della città, e questo non lo abbiamo consentito e non lo consentiremo mai – conclude duramente e con convinzione l’Assessore – ci siamo già sentiti con il sindaco Accorinti, l’assessore Signorino, l’amministratore unico di Messinaservizi Bene Comune, Beniamino Ginatempo, e il liquidatore di Messinambiente, Giovanni Calabrò, affinché si accelerino gli ultimi adempimenti per consentirci, prima della scadenza dell’ordinanza sindacale di proroga del servizio di Messinambiente, di completare tutte le operazioni ed iniziare finalmente dall’1 marzo l’era di Messinaservizi Bene Comune”.