fbpx

Messina, il Consiglio boccia la delibera sul Piano di riequilibrio. Cardile, Gioveni e Gennaro: “Era in gioco il futuro della città”

Messina, il Consiglio comunale boccia la delibera sulla rimodulazione del piano di riequilibrio, i consiglieri del Pd: “Grave atto di irresponsabilità politica”

consiglio-comunale-messinaRiteniamo che  sia stato un grave atto di irresponsabilità politica perpetrato da parte del Consiglio comunale nei confronti della città. Non c’è dubbio che la votazione di oggi fosse per il futuro di Messina la più importante fra tutte quelle effettuate nell’arco dell’intera consiliatura“- è quanto dichiarano in una nota i consiglieri del PD Cardile, Gioveni e Gennaro commentando la bocciatura della proposta di deliberazione relativa alla rimodulazione del piano di riequilibrioNonostante le tante perplessità politiche e contabili, con senso di responsabilità, abbiamo comunque deciso di votare favorevolmente- spiegano i consiglieri– alla rimodulazione del piano di riequilibrio, per cercare di scongiurare il dissesto finanziario del Comune di Messina. La bocciatura da parte dell’aula è davvero inspiegabile. Purtroppo, non si è colta l’importante possibilità offerta dal Governo nazionale, a guida PD, di spalmare tutti i debiti del Comune in vent’anni piuttosto che in dieci. Ciò, inevitabilmente, avrà riflessi molto negativi sia sul bilancio comunale sia sui servizi per il cittadino. Tuttavia, la nostra preoccupazione maggiore è quella che il Ministero dell’Interno si determini con parere negativo anche sull’attuale Piano di Riequilibrio (con rientro previsto in dieci anni). Siamo convinti che, invece, l’esito favorevole della odierna proposta di deliberazione avrebbe aperto la strada ad un parere favorevole da parte del Ministero competente. Va evidenziato- aggiungono– che la responsabilità maggiore, non è ascrivibile solo a chi oggi non ha votato favorevolmente, ma va ascritta soprattutto all’Amministrazione Accorinti, che – come al solito – ha sottoposto al Consiglio il nuovo piano di riequilibrio nell’ultimo giorno utile, venendo meno all’impegno assunto in precedenza di condividere questo importante e delicato percorso con tutte le forze politiche. Auspichiamo, ad ogni buon conto, che la prossima amministrazione- concludono- possa concordare con il futuro Governo nazionale delle concrete azioni amministrative che consentano di poter correre ai ripari e salvare le casse del Comune“.

Piano di riequilibrio Messina, il consiglio boccia la delibera. Cuzzola: “A rischio le assunzioni per il 2018?

Messina, bocciata la riformulazione del Piano di riequilibrio. Accorinti e la Giunta: “Consiglieri irresponsabili e incapaci”