fbpx

Messina, la sede della III Circoscrizione nel degrado. Oteri: “A quando il trasferimento in via La Farina?”

Oteri: “L’amministrazione comunale intervenga al più presto, trasferendo gli uffici nei locali inutilizzati al piano terra nel palazzo ATM in via La Farina a Messina”

atm messinaIl consigliere della III Circoscrizione Cosimo Oteri torna a sollecitare l’amministrazione comunale affinché si provveda  a convocare una sedute consiliare apposita, alla presenza anche dei vertici ATM e del dirigente alla viabilità, per trasferire la sede circoscrizionale nei locali del palazzo ATM in via La Farina. In consigliere ricorda le già note le condizioni di disagio che ormai da anni gravano sulla sede della III Circoscrizione “Tre Santi” di Camaro, situata all’ interno della scuola “G. La Pira”: la sede- scrive- “è priva di scale a causa di atti vandalici e priva di bagni per diversamente abili e quindi non a norma di legge e non adibiti ad uso ufficio,  in piena continuità e condivisione con quanto già portato avanti con delibera del passato e dell’ attuale consiglio Circoscrizionale, votata sempre favorevolmente, per il trasferimento ad altra sede, ovvero presso la struttura dell’ autoparco municipale di via Bonino di proprietà comunale. In presenza di una potenziale possibilità di trasferimento e viste che le condizioni di disagio dell’ attuale sede circoscrizionale impongono un accelerazione sul trasferimento. Premesso che la sede circoscrizionale di Camaro va mantenuta come centro servizi, è necessario ed indispensabile che l’amministrazione comunale intervenga al più presto prendendo una sana e giusta decisione ovvero di trasferire gli uffici nei locali inutilizzati di piano terra presenti nel palazzo ATM. Visti che i problemi riguardanti le barriere architettoniche hanno sempre ritardato il trasferimento in via Bonino all’autoparco municipale e visto che il palazzo ATM a differenza della sede tutt’ altro che accentrata di Camaro è servito da diversi autobus dalla linea tranviaria ed ubicato in centro città, ovvero via La Farina, contribuirebbe anche nel garantire ai cittadini e alle associazioni del quartiere un adeguato luogo facilmente raggiungibile dai residenti delle zone collinari e porterebbe alla chiusura del piccolo centro servizi di Provinciale, non consono come spazio alle numerose persone che vi si recano, accorpando così il personale in un’unica struttura togliendo così problemi di mancanza di risorse umane negli uffici circoscrizionali”.