fbpx

Messina, Cacciotto: “Urgono i fondi per il risanamento di Bisconte”

20 milioni e 400 mila euro per il risanamento, il consigliere della III Circoscrizione: ” il Comune di Messina avrebbe perso o rischierebbe di perdere questo importante finanziamento per un rilancio di Bisconte”

alessandro cacciotto“20 milioni e 400 mila euro per il risanamento di Bisconte non sono certamente spiccioli”. È quanto dichiara il consigliere della III Circoscrizione Alessandro Cacciotto, che prosegue: “Eppure sembrerebbe, secondo quanto emerso negli ultimi giorni e grazie indubbiamente al Commissario IACP  Leonardo Santoro che subito dopo il suo insediamento ha preso in mano la situazione, che il Comune di Messina avrebbe perso o rischierebbe di perdere questo importante finanziamento per un rilancio di Bisconte, terra oggi di nessuno ed abbandonata a se stessa”. Secondo il consigliere “perdere 20 milioni di euro per inerzia dell’Amministrazione è un fatto gravissimo. Il Villaggio di Bisconte vive una situazione di criticità ed aspetta da decenni un risanamento che sembra un miraggio. La costruzione di 106 alloggi servirebbe a rimettere più ordine in un quartiere che ha bisogno di aiuto, eliminerebbe molte casette e darebbe decoro a delle aree desolate”. Cacciotto dichiara  “di avere fiducia nell’operato del Commissario Santoro affinché la città di Messina non perda l’ennesimo treno. Non è pensabile di risanare la città perdendo investimenti ed incentivi; se le casse del Comune sono vuote, l’incapacità di attrarre risorse economiche non può fare altro che impoverirle di più e lasciare spazio al solito ritornello: “non ci sono soldi”, conclude.