fbpx

Mafia: nuove scarcerazioni nell’agrigentino, Tribunale Riesame annulla altri tre arresti (2)

adnkronos-logo

(AdnKronos) – Le udienze davanti al Tribunale del Riesame di Palermo proseguono intanto in questi giorni. I legali degli arrestati puntano su un presunto vizio formale come il difetto di motivazione dell’ordinanza emessa dal gip. Secondo il Riesame l’ordinanza non sarebbe stata sufficientemente argomentata. Un’operazione importantissima, secondo gli inquirenti, che non avevano esitato a definire il blitz come “la più grossa operazione antimafia nel territorio agrigentino. Sono state colpite da misura cautelare soggetti provenienti da numerosi paesi e da numerose famiglie mafiose”, aveva detto il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi. “Tutto ciò dà conferma – aveva aggiunto Lo Voi – della ancora attuale e vitale presenza di Cosa nostra nel territorio”. Una organizzazione che, soprattutto nel territorio agrigentino, “si connota per una particolare rigidità e chiusura delle sue strutture, ma che continuamente ricerca contatti e mantiene contatti con mandamenti di altre province dell’intero territorio siciliano”.