Lazzaro: le scuole dell’I.C di Motta San Giovanni si avviano alla regolarizzazione

La nota di Vincenzo Crea Referente unico dell’ANCADIC e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto” sulle scuole di Motta San Giovanni

scuola media motta DSC07905“Le nostre segnalazioni producono fatti concreti. Infatti a seguito di delibera della Giunta comunale n.111/2017 il Settore Ambiente. Lavori Pubblici -Settore V-  con determinazione n.162 ha affidato l’incarico all’ing. G. C.C. dei servizi tecnici inerenti la verifica della vulnerabilità sismica degli edifici scolastici riferiti alla Scuola Media di Motta e alla Scuola Elementare “Demetrio Cuzzupoli” di Lazzaro ed attività di supporto alla progettazione, al fine della partecipazione all’Avviso Pubblico per la presentazione di proposte progettuali per la realizzazione di interventi degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico di cui al PON scuola 2014-2020. Ciò è stato frutto delle nostre numerose segnalazioni che oggi portano a risoluzione questo annoso problema  che riguarda le due scuole”. Lo afferma in una nota Vincenzo CREA Referente unico dell’ANCADIC e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”.

scuola elementare lazzaro DSC04619 (Medium)“Dobbiamo sottolineare che la precedente Amministrazione comunale ha sempre contestato le nostre validissime segnalazioni asserendo che i nostri interventi non corrispondevano al vero ed erano fatti per denigrare il paese.  I fatti sono testardi e alla fine convincono tutti. La delibera in premessa testimonia che avevamo ragione, quando facevamo le segnalazioni sulle nostre scuole  ed abbiamo ragione oggi  nell’affermare che a seguito del nostro impegno associativo alcuni problemi stanno venendo a risoluzione. Ricordiamo alla nuova Amministrazione comunale  la sistemazione anche della Scuola elementare  e la scuola dell’ infanzia di Motta, della scuola elementare di Sant’Elia, della scuola dell’infanzia e della scuola Media di Lazzaro e della scuola primaria di Serro Valanidi”.

“E’ superfluo sottolineare l’importanza di mettere in sicurezza gli edifici scolastici, giacché gli stessi sono frequentati dai bambini/e e ragazzi/e che vanno difesi  sempre e sotto ogni aspetto”.