fbpx

Demanio: meno spese, più ricavi e 3 mld per investimenti/Adnkronos (2)

adnkronos-logo

(AdnKronos) – Dati alla mano, il 2017 e’ stato l’anno dei cantieri, in tre anni la capacità di spesa per i lavori di tutela e mantenimento del territorio ha avuto un incremento del 181%. Il forte impulso sugli interventi di tutela e messa in sicurezza degli immobili pubblici e l’aumentata capacità di spesa, di circa il 181% conseguita in 3 anni, hanno consentito all’Agenzia di ottenere ulteriori risorse per un totale appunto di 3,2 miliardi di euro da investire in 10 anni: 1,5 miliardi per la riqualificazione sismica ed energetica e 1,7 miliardi destinati ai 38 federal building e alle razionalizzazioni degli usi governativi. Quest’ultima attività consentirà di liberare spazi e chiudere contratti di affitto con i privati con un taglio di spesa di 77 milioni di euro nel 2017 e a partire dal 2022, con oltre 200 milioni di euro di risparmi annui.
Ma non solo. Sul fronte della rigenerazione, attraverso i progetti ‘a rete’ alcuni ingenti costi di manutenzione sono diventati ricavi, convogliando risorse private per la riqualificazione e sottraendo quei beni al degrado.
Dal progetto Fari alla riqualificazione dei Borghi all’iniziativa per ‘Cammini e percorsi’, la mission del Demanio ha dato nuova vita a questi siti creando incubatori di nuove realtà con un effetto moltiplicatore del valore economico e sociale dell’investimento. Il tutto con il coinvolgimento di cittadini, imprese, associazioni ed Enti Territoriali in questi processi per renderli inclusivi e aderenti alle esigenze del territorio.