Cosenza: liquami sversati nel fiume Crati, sequestrato depuratore

I carabinieri forestali hanno proceduto al sequestro del depuratore consortile “Valle Crati” di Rende (Cosenza)

carabinieri forestaleNell’ambito dell’operazione “Cloaca Maxima“, i carabinieri forestali di Cosenza hanno proceduto al sequestro del depuratore consortileValle Crati” di Rende (Cosenza): sono state accertate diverse pratiche illegali nella lavorazione dei reflui, che venivano scaricati nel fiume Crati.

Sei le misure cautelari interdittive emesse a carico di dirigenti e funzionari dell’impianto.