Cosenza sempre più bella e moderna, via al progetto intorno al Ponte di Calatrava: via Reggio Calabria diventerà un incanto [GALLERY]

/

Il sindaco Mario Occhiuto sul progetto intorno al Ponte di Calatrava: “lunedì sarà smantellato il vergognoso campo rom costruito settant’anni fa e così potranno proseguire anche le opere per la costruzione della strada sinistra Crati”

ponte Calatrava“Nei prossimi mesi saranno appaltati tutti i lavori previsti intorno al Ponte: le opere per la navigabilità del fiume con la riqualificazione degli argini, la piazza anfiteatro del Planetario e del Museo delle Scienze, la grande Piazza Terrazzo progettata da Calatrava sul lato di Via Reggio Calabria. Intanto lunedì sarà smantellato il vergognoso campo rom costruito settant’anni fa e così potranno proseguire anche le opere per la costruzione della strada sinistra Crati”. Questo il messaggio postato su Facebook dal sindaco di Cosenza Mario Occhiuto.

“La città è cambiata tantissimo ma quello che abbiamo fatto è ancora molto poco rispetto a tutte le opere che sono in itinere già finanziate e alcune già appaltate: la demolizione dell’ex Jolly e il Museo di Alarico, i fiumi navigabili, il Planetario, il Museo delle Scienze con il Parco e la Piazza anfiteatro, il Parco del Benessere, la metro di superficie, il nuovo Stadio con la città dello Sport, il Piano delle Periferie con le opere a San Vito e Via Popilia, l’acquisto e il recupero di case private nel centro storico, l’ovovia e il padiglione di musica e arte contemporanea sul sito dell’ex mattonificio Mancuso & Ferro, la Ciclopolitana e le stazioni hub, la riqualificazione della stazione autolinee e dei capannoni delle ferrovie sul Viale, la costruzione e riqualificazione di nuove piazze: Campanella, Santa Lucia, Tribunale, Casali, Zumbini, via Roma, San Gaetano, Europa”.

“Cosenza diventerà in pochi anni la città più bella e innovativa del centro sud Italia e sarà visitata da moltissimi turisti. Tutto ciò potrà creare certamente nuova ricchezza con grandi opportunità di occupazione per i nostri giovani. Aiutateci ad andare avanti nel nostro progetto, e fate in modo che chi vuole bloccare tutto questo non prevalga. Grazie mille” conclude Occhiuto.