Reggio Calabria: la Città Metropolitana offre corsi di formazione gratuiti

Corsi di formazione professionali della Città Metropolitana di Reggio Calabria che offre ai propri cittadini a titolo gratuito

Reggio_calabria_palazzo_della_provinciaUn vero e proprio boom di domande, e richieste oltre ogni aspettativa, per partecipare ai corsi di formazione professionale che la Città Metropolitana di Reggio Calabria offre ai propri cittadini a titolo gratuito, e che si svolgeranno presso i Centri di Formazione Professionale dello stesso Ente. Oltre 1700 le candidature per le selezioni che daranno accesso ai 150 posti previsti dall’Amministrazione Falcomatà. Molteplici gli ambiti professionali: dalle materie sociali, tecniche, meccaniche, a quelle relative al mondo della domotica; il mantenimento delle professioni tradizionali legate al territorio e ai sui prodotti culinari e gastronomici (che da sempre offrono risposte importanti in termini di inserimento lavorativo); le lingue straniere e, poi, l’approccio alle c.d. Green Jobs o professioni verdi e alle c.d. professioni del mare; non sono state trascurate neanche le opportunità offerte, anche in termini sociali, dalle politiche dell’immigrazione che si concretizzano in importanti possibilità occupazionali legate alle attività dei Centri Sprar, raccordando e connettendo, così, in modo virtuoso e dinamico il patrimonio culturale, storico e architettonico del nostro territorio alle esigenze di occupazione, qualificazione e inserimento nel mondo del lavoro. “Il gradimento dell’iniziativa porta ad una importante riflessione – sono le parole del Sindaco Falcomatà – da un lato si palesa la volontà dei giovani di formarsi adeguatamente per entrare nel mondo del lavoro, il cui accesso, purtroppo, è sempre più arduo a causa della carenza di posti, che porta come conseguenza la richiesta di una sempre maggiore professionalità; la seconda riflessione riguarda la nostra iniziativa, dandoci conferma che il settore formazione è un tassello importante quale concreta via d’accesso all’occupazione. Formazione e qualificazione professionale rappresentano, oggi che il mercato è saturo, una conditio sine qua non verso la concreta possibilità di approcciarsi al mondo del lavoro o avviare percorsi di auto imprenditorialità”. “Sono dell’idea che un Ente pubblico debba prendersi carico delle istanze ed esigenze del territorio – ha affermato il Vicesindaco Riccardo Mauro – mettendo in campo azioni concrete. Nello specifico la Metrocity ha inteso realizzare dei corsi studiati ad hoc sulle esigenze del territorio, in comparti ben determinati che possano offrire opportunità lavorative sul territorio stesso creando figure anche in campi assolutamente innovativi, di cui lo stesso ha estremo bisogno. Vivere in un’altra città deve costituire un’opzione per i giovani… mai deve essere una scelta obbligata! Il cospicuo numero di domande ricevute mi indica che siamo sulla strada giusta. Un plauso va al settore formazione professionale, poiché individuare i settori emergenti è un passaggio fondamentale perché le opportunità siano concrete.  La strada è sicuramente lunga e complicata ma, ribadisco, i numeri dimostrano che il nostro settore ha individuato i segmenti giusti del mercato del lavoro”. In concomitanza con il bando è stata avviata una fondamentale e capillare opera di comunicazione e sensibilizzazione rivolta ai cittadini. Già dal mese di ottobre, presso il Salone dell’Orientamento, sono stati attivati punti informativi front office e seminari specifici, focus pubblici informativi presso il Palazzo Alvaro e un servizio diretto e rapido di riscontro per chiarimenti e dubbi tramite mail, affidato ai responsabili del procedimento. Un’organizzazione precisa e puntuale realizzata dal settore formazione professionale, diretto da Francesco Macheda, che ha realizzato quanto fortemente voluto dal Sindaco Falcomatà, e dal Vicesindaco Mauro. L’attività e la dinamicità dell’Amministrazione, ha seguito un percorso logico e razionale anche nei processi di programmazione e del sistema di bilancio attraverso l’approvazione da parte del Consiglio Metropolitano, del DUP (Documento Unico di Programmazione) e gli specifici stanziamenti proposti dal Consigliere Delegato al Bilancio, Antonino Castorina.