Nasce il ”Centro Eurodesk Messina”, il front office dedicato ai giovani

Domani la presentazione del Centro Eurodesk Messina, il front office dedicato all’informazione, alla promozione, all’orientamento e alla progettazione sui programmi in favore dei giovani promossi dall’Unione Europea

Foto Centro EurodeskSi svolgerà domani 9 febbraio alle ore 11:00 presso il primo piano della sede ERSU di via Ghibellina n.146 la conferenza stampa di presentazione del “Centro Eurodesk Messina”, front office dedicato all’informazione, alla promozione, all’orientamento e alla progettazione sui programmi in favore dei giovani promossi dall’Unione Europea. Alla conferenza stampa prenderanno parte il presidente dell’ERSU Messina Fabio D’Amore, il prorettore vicario dell’Università degli Studi di Messina Emanuele Scribano, il presidente del Centro Orientamento e Placement dell’Ateneo messinese Dario Caroniti, il direttore dell’Agenzia Nazionale per i Giovani Giacomo D’Arrigo e il presidente dell’Associazione Bios e referente locale del Centro Eurodesk Carmelo Lembo. Eurodesk è una struttura del programma comunitario Erasmus+ che opera con il supporto della Commissione europea e dell’Agenzia Nazionale per i Giovani e ha l’obiettivo di diffondere nella maniera più ampia e nel modo più vantaggioso per l’utenza finale, l’informazione sui programmi europei rivolti alla gioventù promossi dall’Unione europea e dal Consiglio d’Europa. Fruitori privilegiati del Centro Eurodesk saranno quindi i giovani, soprattutto quelli non appartenenti ad organizzazioni giovanili strutturate e il cui accesso ai programmi europei è generalmente più difficoltoso, ma anche enti, associazioni e gruppi formali e informali. L’obiettivo di Eurodesk sarà quello di aumentare la possibilità di partecipazione delle nuove generazioni alle opportunità offerte dall’Unione europea nei settori di interesse giovanile, nella consapevolezza che l’informazione accessibile a tutti gli interessati produce pari opportunità, consentendo ai giovani di abbattere le distanze culturali e promuovendo così la manifestazione dei diritti di cittadinanza dei giovani in Europa.