Calabria, Toscano: “ber liberare il sud non basta colpire la mafia militare”

Calabria, Toscano: “ber liberare il sud non basta colpire la mafia militare”

lavoro“Per liberare il sud da una condizione di endemica arretratezza non basta colpire la “mafia militare”. Bisogna denudare e mettere in condizione di non nuocere anche quello strano intreccio fatto di finti professionisti che gestiscono i processi economici delle nostre realtà, bravissimi nel rispettare le forme e tradire la sostanza. Un intreccio, spesso cristallizzato dentro consessi massonici e paramassonici, che costituisce l’acqua putrida dove tanti pescecani sguazzano. Un intreccio quasi sempre impunito perché in passato capace di incunearsi all’interno delle istituzioni con il fine di condizionarle e deviarle. Continuiamo a ritenere che un cambio di passo sarà possibile solo una volta definitivamente archiviata la cosiddetta seconda Repubblica nata all’indomani del biennio stragista. Una stagione sulla quale ancora oggi gravano troppe ombre che alcuni processi, come quelli sulla strage di via D’Amelio incardinati intorno alle parole di improbabili boss come Vincenzo Scarantino, hanno ingigantito e non diradato. La Lista del Popolo pretende un cambiamento concreto e non cosmetico della realtà, che avverrà grazie al sostegno e al supporto di tanti cittadini liberi e consapevoli”. Lo scrive in una nota stampa Francesco Toscano, Candidato capolista della Lista del Popolo nel collegio plurinominale Calabria 2 e nel collegio uninominale n. 7 Gioia Tauro.