Calabria: importante riconoscimento al Coach Gianni Tripodi

gianni tripodi

Importante riconoscimento al Coach Gianni Tripodi da parte della Fip nazionale

gianni tripodiGrandi notizie in arrivo dalla Calabria del Basket. Su segnalazione della Fip Calabria, e su approvazione della Fip Nazionale, il basket registra una nuova tessera di “Allenatore Benemerito” che va a seguire la tradizione del Coaching regionale che ha visto negli anni scrivere nomi su nomi nella hall of fame dedicata agli allenatori d’Italia: dal Professore Malara ad Enzo Porchi, da Nuccio Geri a Nino Furfari, da Professore Amatruda al Professore Lorenzi, dal compianto Nando Righini a Babbo Modafferi ma non solo. “Tale riconoscimento vuole rappresentare un attestato di gratitudine da parte della Fip nei suoi confronti“- si legge nella motivazione. Gianni Tripodi da Reggio Calabria, allenatore nato e cresciuto nel settore giovanile della grande Cestistica Piero Viola del Giudice è stato nominato allenatore benemerito. Dai primi passi nel settore giovanile creato da Gianfranco Benvenuti fino alla Serie A delle stelle degli anni ottanta e novanta. Tantissime esperienze vincenti per il tecnico calabrese: ha scritto pagine indelebili ed indimenticabili in giallo-rosso, allenando il team volato in B nel 2005, ha vinto ovunque tra Basilicata a Bernalda con il grande slam coppa più campionato ed il Sicilia a Ribera. Le proposte pervenute al Cna affiancano al Coach reggino i seguenti tecnici: Cesidio Di Masso, Giovanni Grieco, Claudio Barresi, Waldi Medeot, Pierluiti Santucci, Paolo Di Fonzo, Massimo Cilli, Angelo Cerina, Alessandro Albanese, Adriano Porciani, Vincenzo Lorenzini, Piero Millina ed Emanuele Molin.

Il Presidente del Comitato Regionale Fip Paolo Surace ha affermato: “E’ l’ennesima dimostrazione di quanta qualità e professionalità ci sia nella nostra terra. Abbiamo allenatori straordinari che hanno scritto pagine e su pagine del nostro basket. Complimenti e buon lavoro per il proseguo al Coach Gianni Tripodi, esempio di meticolosità e spirito del lavoro. Le nuove leve del Coaching regionale hanno l’obbligo di guardare con grande importanza al cammino trascorso per regalarsi carriere splendide e vincenti come quelle di Coach Tripodi”.