Basket: vittoria esterna del CUS Unime in casa dell’Alma Patti

Le ragazze del Cus Unime battono l’Alma Patti e mantengono il primato

kramerPartita sofferta per le cussine che, alla fine superano per 71-57 le cugine dell’Alma Patti. Anche se con qualche difficoltà il CUS Unime esce dal Palasport di Patti con una vittoria importante in vista della volata Playoff. Le ragazze allenate da coach Zanghì superano le padrone di casa dell’Alma Patti con il finale di 71-65, raggiunto al termine di una partita dai due volti. Solita partenza lenta per le universitarie, sotto per 9-2 ad inizio incontro ma capaci di una pronta e veemente reazione già dalla metà della prima frazione, chiusa in vantaggio per 11-17. Gara in discesa per Kramer e compagne che si rendono protagoniste di una netta supremazia e prendono saldamente in mano le redini dell’incontro affondando le pattesi con i canestri di Kramer e Borgia (23-34). Al rientro dagli spogliatori, però, i ruoli si invertono. Le ospiti subiscono un evidente calo di concentrazione mentre le ragazze di casa poco alla volta si avvicinano e prendono coraggio, sospinte dalle più propositive Claudia Coppolino e Giulia Merrina. Chiusa la terza frazione sul -8 (52-60) le ragazze di casa proseguono sullo stesso ritmo anche ad inizio quarto periodo. Sul -6, però, la rimonta pattese si ferma: le peloritane non ci stanno a perdere e, con 8 punti di Simona Grillo, spengono le velleità delle avversarie e mantengono il vantaggio sino alla sirena conclusiva. Prossimo turno di riposo per il CUS Unime, che può recuperare le energie in vista delle ultime due gare della stagione, la prima delle quali prevede l’importante match casalingo contro La Fenice Basket. Alma Patti – Cus Unime 65-71 (11-17, 23-43, 52-60) Alma: Tumeo 2, Coppolino 26, Cangemi N. 1, Sciammetta, Melita, Merrina 15, Cappelli 9, Cangemi A. 2, Malara 4, Cucinotta 6. All. Buzzanca. CUS Unime: Rabe, Kramer 29, Boncompagni 1, Borgia 14, Scardino 5, Zagami, Polizzi 1, Grillo 12, Pellicanò 7, Cascio 2. All. Zanghì. Arbitri: Catania e Di Bella.