Ance Sicilia: “il Ponte sullo Stretto non basta, manca la continuità territoriale. Imprese svantaggiate”

Cutrone: “In Sicilia manca la continuità territoriale, le imprese sono svantaggiate. Il Ponte sullo Stretto non basta”

ponte-stretto-21 Il Ponte sullo Stretto, la mega infrastruttura che dovrebbe collegare Messina a Reggio Calabria non è l’unica soluzione per risolvere i problemi di mobilità della Sicilia. È quanto dichiara Sandro Cutrone (Ance Sicilia), secondo cui la Sicilia”è una regione in agonia che ha bisogno del Ponte, ma- come dichiara all’AdnKronos- le priorità per l’Isola sono l’alta velocità, la viabilità secondaria, una rete portuale e logistica che possa attrarre investimenti.La politica deve dare risposte a questo enorme problema della mobilità- spiega- che riguarda non solo l’attraversamento rapido dello Stretto, ma anche la possibilità di viaggiare ad alta velocità da Trapani, da Agrigento e da Ragusa fino alla Scandinavia, la necessità di vedere ricostruita la viabilità secondaria che al 90% è inagibile per frane“.  “Occorre-continua il presidente dell’ Ance Regionale- la disponibilità di una rete portuale e logistica adeguata ad attrarre investitori stranieri nelle Zes di prossima costituzione e a intercettare i flussi di merci fra Asia e Nord Europa. Le aziende del Paese sono avvantaggiate rispetto alle nostre  perché le loro merci hanno a portata di mano gli snodi intermodali che per noi, invece, distano anche oltre un’intera giornata di viaggio. Tra l’altro, questo isolamento fa sì che il corridoio  europeo Scandinavia-Malta bypassi la Sicilia e che l’Isola resti  esclusa anche dagli immensi traffici di merci che viaggeranno lungo la ’Belt and Road Initiative’, la ‘Via della Seta’ che il governo cinese  ha lanciato via terra e via mare con il nuovo sistema di project cargo che porta i container dove più facilmente e rapidamente i prodotti  possano essere lavorati e trasportati fino ai grandi mercati europei.  In conclusione la Sicilia ha bisogno del Ponte, ma non solo. Ha bisogno che la politica dia risposte a questo enorme problema di  mobilità” .