fbpx

Ambiente: Cia, agricoltura virtuosa, solo 6% di emissioni

adnkronos-logo

Roma, 21 feb. (AdnKronos) – L’agricoltura pesa appena il 6% sul totale delle emissioni prodotte che si riversano sull’ambiente. In Italia il trend degli ultimi 20 anni sulla sostenibilità del settore è più che positivo: crescono le colture green e le energie rinnovabili; diminuisce drasticamente l’uso di chimica impattante; aumenta la manutenzione del verde realizzata dagli agricoltori, che vale 2,4 miliardi di euro l’anno. Sono alcuni dati dello studio presentato da Cia-Agricoltori Italiani in occasione della sua VII Assemblea elettiva a Roma.
Un lavoro che parte dall’attenta rielaborazione degli ultimi documenti ufficiali della FAO, rafforzando la tesi lanciata da Cia nella propria iniziativa congressuale: “Agricoltura, innovare per un futuro sostenibile”. Troppo spesso -sottolinea l’organizzazione- intorno all’agricoltura circolano messaggi fuorvianti e non suffragati dai dati, come l’idea che il settore inquini e consumi troppe risorse.
Al contrario, in Italia migliorano tutti gli indici sull’impatto ambientale: -25% emissioni di CO2, -27% di pesticidi, -31% di erbicidi e -28% di fungicidi. In più, crescono sia la produzione di energia green (+690%) che le superfici biologiche (+56%). Si registra anche una riduzione dell’uso di acqua, grazie al miglioramento delle tecniche di irrigazione, che puntano sulla precisione, per esempio con il passaggio dall’impianto a pioggia con quello a goccia. Numeri alla mano -evidenzia Cia-Agricoltori Italiani- in tema di sostenibilità il confronto con gli altri settori è impietoso: trasporti, processi industriali e manifatturiero pesano per il 63% sul totale delle emissioni di CO2.