Allerta Meteo: altre 48h di GELO sull’Italia e NEVICATE sui monti in Calabria e Sicilia, poi vampata di scirocco

Allerta Meteo, FOCUS con tutti i dettagli sul Burian che sta colpendo l’Italia: altre 48 ore di gelo, poi attenzione a una grande nevicata che potrebbe colpire il Nord (con lo spettro del gelicidio)

italia-burian-27-febbraio-2018-505x420Allerta Meteo- Continua l’Allerta Meteo per il Burian che sta sferzando l’Italia, ad eccezione dell’estremo Sud dove il clima è completamente differente rispetto al resto del Paese: a Siracusa, ad esempio, splende il sole con +17°C mentre nel medio e alto Adriatico in pieno giorno Trieste è ferma a -5°C e Ancona non supera i -2°C con neve forte. La Puglia è la Regione che testimonia meglio di ogni altra il limite del gelo: ad Andria la temperatura è di 0°C e sta nevicando sul Gargano e sulle Murge, ma a Taranto e Brindisi ci sono +7°C, a Lecce piove con +8°C e Gallipoli nel Salento è addirittura a +9°C. Quest’ondata di Burian non sfonda al Sud, come ampiamente previsto nei giorni scorsi su MeteoWeb.

Eloquente la cartina principale a corredo dell’articolo con le temperature minime attese per domattina, quando il freddo polare farà piombare tutto il Centro e il Nord in un incredibile freezer naturale avremo punte di addirittura -16°C in pianura Padana, -14°C tra Toscana e Umbria, -12°C nel Lazio. E su Roma siamo stati molto cauti con -7°C, ma in molte zone della Capitale si potrebbero sfiorare addirittura i -10°C. Nulla a che vedere con i timidi 0°C di Sardegna settentrionale, Campania meridionale e Puglia centro/meridionale, dovuti più che altro all’inversione termica da cielo sereno e calma di venti. Ma poi durante il giorno si salirà ad oltre +10°C. Per non parlare di Calabria e Sicilia dove le temperature saranno assolutamente normali per il periodo, in linea con la norma, come se non fosse in atto alcuna ondata di calore.

Intanto nelle prossime ore il Burian si intensificherà su gran parte d’Europa, e quindi anche sull’Italia. Continuerà a nevicare copiosamente sulle Regioni Adriatiche, e in modo particolare su Romagna, Marche, Abruzzo e Molise, le più colpite dalla neve fin sulle coste con accumuli che entro Mercoledì potranno superare localmente i 20cm persino sulle spiagge.

Attenzione al Centro/Sud per domani, Martedì 27 Febbraio, quando un nuovo passaggio perturbato provocherà precipitazioni sparse tra Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania, Basilicata e Puglia. Nella Campania centro/meridionale, in Basilicata e nella Puglia centro/settentrionale la neve potrebbe scendere copiosa oltre i 300 metri di altitudine. Stessa quota per la Sardegna settentrionale. Invece nel Sud della Sardegna, nel Sud della Basilicata e nella Calabria settentrionale la quota neve si assesterà intorno ai 400–500 metri di altitudine. Molto più alta tra la Calabria centro/meridionale e la Sicilia, dove nevicherà soltanto oltre gli 800–900 metri nei momenti più freddi, ma a tratti sarà pioggia persino a 1.100 metri di altitudine.

Poi dopodomani, Mercoledì 28 Febbraio, continuerà a fare molto freddo in tutt’Italia e le temperature si abbasseranno ulteriormente anche al Sud, specie nelle zone orientali. Quella di Mercoledì, ad esempio, sarà la giornata più fredda per Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia, con qualche residua nevicata fin sulle coste della Puglia centrale e settentrionale (anche Bari Mercoledì potrebbe vedere qualche fiocco). Sarà invece una giornata di bel tempo nelle altre Regioni meridionali, con una temperatura minima molto fredda ma poi un tiepido sole che riscalderà l’atmosfera nel corso della giornata.

Nel pomeriggio di Mercoledì, tuttavia, inizierà l’impetuosa sciroccata che porterà subito temperature di oltre +19°C già Mercoledì sera in Sardegna, e di oltre +17°C in Sicilia. Giovedì 1° Marzo avremo temperature di oltre +20°C su tutto il Centro/Sud, e in Sicilia addirittura di +25°C, ma tutte le attenzioni saranno focalizzate al Nord che potrebbe essere colpito da una grande nevicata da cuscinetto freddo. Non solo Milano e Torino, ma anche Genova rischiano accumuli straordinari, e la neve potrebbe cadere copiosa anche in Toscana, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia, con lo spettro del gelicidio che però in base agli ultimi aggiornamenti sembra sventato, in quanto il freddo persisterà più del previsto in pianura Padana consentendo forti nevicate anche al Nord/Est. Ma di questo parleremo meglio nei prossimi aggiornamenti, intanto focalizziamoci sul gelo di questi tre giorni con le forti nevicate che continueranno a imperversare sull’Adriatico e al Centro/Sud. Ecco le pagine utili per seguire la situazione meteo in tempo reale: