Algeria: 15 terroristi uccisi a gennaio, uno era leader di spicco di Aqmi

Algeria: sono 15 i terroristi uccisi nel mese di gennaio dall’esercito algerino, tra cui un esponente di spicco dell’organizzazione di al-Qaeda nel Maghreb Islamico

libiaSono 15 i terroristi uccisi nel mese di gennaio dall’esercito algerino, tra cui un esponente di spicco dell’organizzazione di al-Qaeda nel Maghreb Islamico (Aqmi). E’ quanto ha confermato il ministero della Difesa algerino in un comunicato, dove si apprende che nel primo mese dell’anno si è assistito anche alla resa di cinque terroristi e all’arresto di altri 23. L’ultima operazione delle forze armate algerine risale a ieri sera con l’uccisione di due “pericolosi terroristi” nella località di Ouled Ahlal, nella provincia di Medea, circa 80 chilometri a sudovest della capitale Algeri. Il comunicato ha rivelato inoltre che uno dei due terroristi uccisi martedì nella provincia di Jijel, a est di Algeri, è S. Adel detto ’Abu Rawwaha’, il responsabile della propaganda per Aqmi e “uno dei veterani e tra i più pericolosi elementi dell’organizzazione in Algeria”.