Servizi sanitari e nuovo ospedale di Cosenza, entro gennaio a palazzo dei Bruzi un Consiglio comunale ad hoc a cui parteciperà il governatore Oliverio

Servizi sanitari e nuovo ospedale di Cosenza, entro gennaio a palazzo dei Bruzi un Consiglio comunale ad hoc a cui parteciperà il governatore Oliverio

Mario Occhiuto fotoEntro la fine di gennaio su volontà del sindaco Mario Occhiuto sarà convocato un Consiglio comunale che, alla presenza del governatore della Calabria Mario Oliverio, affronterà quale unico punto all’ordine del giorno la questione della Sanità e del nuovo ospedale di Cosenza. È giusto affrontare il tema, considerando la necessità della costruzione di una struttura che sia più funzionale e moderna rispetto all’attuale struttura dell’Annunziata. “Occorre mettere in cima all’agenda politica l’esigenza di soddisfare il diritto primario della salute dei cittadini – afferma il sindaco Mario Occhiuto che più volte ha rimarcato questo principio – Dobbiamo finalmente scuotere una situazione che nel settore della Sanità da troppo tempo permane nella condizione dell’emergenza che significa arretratezza, e dobbiamo farlo a cominciare dai contenuti e dalla riorganizzazione funzionale degli attuali servizi. E anche, inoltre, in relazione alla necessità di nuovi edifici e reparti che siano attrezzati adeguatamente. Degrado strutturale e relativi disagi non ci consegnano infatti l’immagine di una terra civile. Ritengo – aggiunge il primo cittadino – che sia dovere di chi governa alzare gli standard della qualità della vita a partire proprio dall’accoglienza e dall’organizzazione dei servizi rivolti a chi ha bisogno di curarsi. Noi rappresentanti dell’Ente Comune  non abbiamo competenze dirette sull’organizzazione sanitaria ma non ci tireremo indietro né con le proposte né con le attività di sensibilizzazione rispetto a chi ha il dovere di porre rimedio a questa situazione. Ho chiesto al presidente dell’Assise Pierluigi Caputo di convocare un Consiglio comunale ad hoc, invitando Mario Oliverio, affinché si entri finalmente nel merito dei contenuti. Nel contempo – prosegue ancora Occhiuto – dobbiamo porre l’attenzione sulle conseguenze di eventuali spostamenti dell’ospedale   ipotizzati da recenti studi di fattibilità regionali, per l’area a sud di Cosenza e per i Comuni del comprensorio. I servizi legati alla Sanità rappresentano infatti un importante presidio di accesso e di funzioni vitali, pertanto dobbiamo riflettere sul depauperamento del territorio, nell’ipotesi di nuova costruzione su altro sito. Dobbiamo capire cosa succederà sull’area dell’Annunziata e su quella del Mariano Santo che è stato recentemente ristrutturato. Quali saranno le conseguenze per il centro storico e per i paesi delle Serre cosentine, per evitare ulteriore spopolamento e degrado fisico e sociale negli anni a venire”.

In vista dello specifica Assise municipale annunciata dal Sindaco, giova ricordare che proprio nei giorni scorsi, riguardo al nuovo nosocomio di Cosenza, Mario Occhiuto aveva inviato al presidente Oliverio un messaggio attraverso il quale comunicava la disponibilità “a sottoscrivere un protocollo di intesa con la Regione Calabria finalizzato alla realizzazione del nuovo ospedale di Cosenza previa discussione su tutti questi argomenti, e acquisizione di assenso del Consiglio comunale”.