Serie C, undici metri decisivi al “Granillo”, Cucchietti salva gli amaranto: Reggina-Paganese 1-0 [DETTAGLI]

Reggina-Paganese 0-0

Cucchietti super e De Francesco non sbaglia; lo scontro salvezza deciso dagli undici metri:  Reggina-Paganese 1-0

Reggina-Paganese 0-0C’e più curiosità che attesa per il match tra Reggina-Paganese, due compagini che navigano nei bassifondi del girone C e che al “Granillo” danno vita a quello che è lo scontro salvezza della  22ª giornata.  In riva allo stretto, l’attesa cresce più che per l’importanza o il  blasone della gara, soprattutto  per vedere all’opera i nuovi innesti amaranto (Armeno e  Hadziosmanovic ) e la reazione di una squadra che, tra risultati negativi e polemiche societarie, non vince in casa dall’incontro con il Catania (2-1). Oltre i nuovi arrivati, c’è però voglia di vedere un gruppo coeso capace di risalire la china. Mister Maurizi spedisce nella mischia Fortunato e Auriletto, Tulissi e Catiglia in panchina; dentro Sparacello a far coppia con in attacco con Bianchimano.

Primo tempo non entusiamsante, poco brillante  e brioso solo nell’ultima parte con occasioni amaranto e bianco stellate che animano gli ultimi minuti di gioco. Ospiti piu intraprendenti e vicini al gol prima con Baccolo che, al quarto minuto colpisce la  parte alta della traversa e Tascone su ripartenza.

reggina-paganeseDopo 14′ minuti reagisce la Reggina dalla  sinistra con il  cross del neo arrivato Armeno che trova una bella torsione di Bianchimano, ma la palla termina a lato. I tifosi della Paganese (circa 50)  arrivano al “Granillo” con 25 minuti di ritardo interrompendo quel silenzio che da molte giornate accompagna le partite casalinghe della  squadra amaranto. Nella mediana Marino è il più vivace ma sbaglia qualche pallone di troppo, De Francesco non illumina ed il poco filtro a centrocampo favorisce le iniziative della Paganese che si rende pericolosa dalle parte di Cucchietti. L’assenza di Gatti (influenzato) si fa sentire nella retroguardia amaranto che soffre l’organizzazione e la compattezza tattica dei campani. Così, giunti alla mezz’ora, c’è ben poco da segnalare se non le interruzioni per qualche intervento duro, prima nei confronti di Bianchimano e successivamente su De Francesco che resta a terra. Quando  i ritmi calano ed ile interruzioni  sembrano impadronirsi dell’incontro,  il sign. De Tullio assegna il rigore agli ospiti per presunto fallo di mano  in area di Bianchimano (braccio largo), le proteste aumentano, si surriscaldono tifosi e giocatori, ma solo Cucchietti mette pace al tutto, neutralizzando il tiro di capitan Scarpa. Super Cucchietti e terzo rigore parato in campionato dall’estremo difensore cresciuto nelle giovanili del Torino. Il match prende vivacità e qualche scaramuccia a distanza fra le due panchine accende gli animi in campo che, tra contropiedi e ripartenze, danno vita ad una match totalmente diverso rispetto alla prima mezz’ora. Squadre che giocano a viso aperto tralasciando  gli aspetti prettamente tattici,  in contropiede Bianchimano entra in contatto con Gomis che devia in angolo, le proteste amarnato però non servono a nulla e rigore dubbio che lascia spazio alla moviola. Il neo arrivato Hadziosmanovic si rende pericoloso ma si scontra con lestremo difensore campano bravo nuovamente a spedire in angolo; 5 a  5 il conto dei corner ed, in uno di questi, Soliero s’inserisce bene spedendo alto. La Paganese si affaccia pericolasamente in area amaranto ma è ancora Bianchimano ad impensierire Gomis con un tiro dalla distanza. 0-0! Terminata la prima parte di gioco, non  brillante ed effervescente solo negli ultimi 15 minuti di gioco.

Il secondo tempo si apre con il doppio tentativo di Sparacello che non centra la porta, la Reggina appare più determinata, ci prova e De Francesco che trova sulla sua strada un super Gomis bravo a respingere la conclusione di prima del centrocampista amaranto.

Reggina-Paganese 1-0

DONATO FRANCESCO

I primi cambi li effettua mister Favo, esce Della Corte entra il camerunense Alvaro Ngamba, risponde il tecnico amaranto inserendo Ivan Castiglia per richiamare Fortunato. Giunti alla mezz’ora della ripresa resta da segnalare solo qualche conclusione dalla distanza e qualche calcio piazzato che   gli estremi difensori si limitano a controllare. Nella Paganese esce capitan Scarpa per lasciare spazio a Bensaja, il tecnico Agenore Maurizi risponde inserendo Tulissi e richiamando Sparacello, poi subito dopo la  fiammata amaranto termina con la concessione del rigore agli amaranto da parte dell’arbitroDe tullio (determinante oggi al Granillo) che indica il dischetto per atterramento in area del neo entrato Tulissi da parte di Meroni. Le proteste l’azzurro-stellate terminano con l’espulsione di  Baccolo che termina anzitempo negli spogliatoi. GOL!! Il capitano De Francesco non sbaglia e sblocca il risultato 1-0, seconda rete in stagione  e festa per i pochi presenti al  “Granillo“. I cinque minuti di recupero alimentano polemiche ed espulsioni, questa volta tocca a Carini direttamente dalla panchina campana. L’arbitro,  protagonista dell’incontrro, manda tutti negli spogliatoi ed amaranto che tornano fianlemente a vincere al “Granillo“, raggiungendo quota 24  ed uscendo finalmente dalla zona calda dei play out. Elogio a Cucchietti bravo a respingere il rigore di Scarpa e a dare vitalità alla squadra amaranto brava a reagire ma che, solo dal dischetto, riesce a vincere al “Granillo“. Complimenti anche al collega Gomis, migliore dei suoi. Seconda vittoria consecutiva per la squadra di Maurizi  che deve ancora lavorare molto, soprattuto nelle ripartenze palla al piede e sotto il profilo psico-fisico; non mancano i segnali positivi ancora pochi ma fondamentali per ridare fiducia all’ambiente amaranto che, già dalla delicata trasferta di Matera, proverà a dare  continuità ai risultati.