Messina, ok al Piano di riequilibrio: il consiglio comunale autorizza la rimodulazione

12 voti favorevoli, 4 contrari e 4 astenuti: il consiglio comunale autorizza la rimodulazione del Piano di riequilibrio del Comune di Messina

consiglio comunale messina12 voti favorevoli, 4 contrari e 4 astenuti: il Consiglio comunale ha approvato l’autorizzazione alla rimodulazione del Piano di riequilibrio del Comune di Messina.  “Dopo averlo votato convintamente la prima volta e dopo aver votato favorevolmente anche la prima rimodulazione, non potevo sottrarmi nel votare oggi favorevolmente anche l’adesione alla nuova rimodulazione del piano di riequilibrio, importante possibilità data alla nostra città dal Governo di rendere più sostenibile il piano“. È questo il commento a caldo del consigliere comunale Libero Gioveni dopo l’approvazione avvenuta di domenica, da parte del Consiglio Comunale, dell’atto con cui si è manifestata la volontà a rimodulare il piano di riequilibrio pluriennale, spalmandolo dagli attuali 10 anni fino a 20 anni. “Ritengo questa una opportunità troppo ghiotta per il futuro della città – afferma il consigliere – perchè rendere più sostenibile il piano di rientro dai debiti non può che favorire le Amministrazioni future (compresa quella che si insedierà quest’anno) garantendo più risorse in cassa e quindi servizi più numerosi e di qualità. Auspico, pertanto – conclude Gioveni – che entro i prossimi 45 giorni stabiliti dalla normativa entro i quali si dovrà discutere e approvare l’effettiva nuova rimodulazione del piano, si possa trovare una linea di condivisione politica fra Amministrazione e Consiglio per renderlo più sostenibile possibile (diversamente potrei anche rivedere il mio voto finale), al fine di ricevere la tanto auspicata approvazione da parte di Ministero e Corte dei Conti, accedere al fondo di rotazione e scacciare via così definitivamente l’incubo del default”.

Anche il gruppo consiliare del PD, Cardile-Gennaro-Siracusano, dopo un confronto con i vertici e le rappresentanze istituzionali del Partito, ha votato la delibera. “La decisione di votare favorevolmente è stata assunta- spiegano i consiglieri- nell’esclusivo interesse della Città e solo a seguito di precisi impegni assunti dall’Amministrazione, presente in aula con gli assessori Cuzzola e Signorino. La Giunta, infatti, si è impegnata a coinvolgere il Consiglio comunale nel processo di rimodulazione del piano, assicurando che sarà individuato un percorso condiviso e partecipato. E’ chiaro quindi che il passaggio odierno non rappresenta una “cambiale in bianco” in favore dell’Amministrazione – la quale, peraltro, in materia economico-finanziaria ha più volte dimostrato pressappochismo e incompetenza – ma un contributo chiaro ed alla luce del sole, offerto con il preciso scopo di correggere, nell’ambito limiti previsti dalla norma nazionale, il percorso erroneo intrapreso dalla Giunta Accorinti. Nel caso in cui gli impegni assunti non fossero mantenuti- concludono i consiglieri- abbiamo già manifestato la nostra indisponibilità a sostenere qualsiasi ulteriore atto che sarà sottoposto dall’Amministrazione al Consiglio comunale”.