Reggio Calabria: concluso il concorso “Costruiamo l’Eco Presepe”

presepe rosalì

L’Associazione Amici di Fatima in collaborazione con la parrocchia  Santa Maria d’Itria in Rosalì  ha proposto agli alunni dell’I.C.  Radice/ Alighieri di Catona il concorso dal titolo “ Costruiamo l’Eco Presepe”

presepe rosalìL’Associazione Amici di Fatima in collaborazione con la parrocchia  Santa Maria d’Itria in Rosalì nella persona del nuovo parroco don Francesco Velonà , ha proposto agli alunni dell’I.C.  Radice/ Alighieri di Catona alla guida del suo dirigente, l’avvocato Simona Sapone, un concorso, nuovo nel suo genere, dal titolo “ Costruiamo l’Eco Presepe”. La scelta della tematica del concorso oltre che religiosa, ha una valenza culturale e civile indirizzata a rendere consapevoli gli alunni, sin da piccoli, del problema dell’inquinamento ambientale e che è possibile “ valorizzare” i rifiuti imparando a considerarli una risorsa, essenziale per garantire un adeguato sviluppo sostenibile e a  salvaguardare  l’ambiente in cui viviamo. Non è stato facile per la commissione, presieduta dal Parroco della parrocchia di Rosalì, dal Dirigente scolastico e dal Presidente dell’associazione Amici di Fatima, la prof.ssa Anna Maria Saraceno, scegliere un presepe anziché un altro, perché in ognuno i bambini hanno impresso un significato particolare che lo  rendeva unico e diverso dall’altro, anche se la tematica era comune. Il regolamento  del concorso  prevedeva  la premiazione di  tre presepi, uno per ogni ordine di scuola; la scelta è stata veramente ardua, perché i presepi  erano da premiare tutti e simbolicamente lo sono stati, per cui la selezione è stata sorretta e guidata per  quei presepi in cui è stato utilizzato in  tutti le sue componenti, solo ed esclusivamente  materiale di riciclo oltre che la manualità semplice e genuina dei bambini.

Altri due premi, fuori concorso per la simbologia e l’originalità rappresentata, sono stati assegnati agli alunni  della classe primaria del plesso di Villa San Giuseppe, per la realizzazione di un presepe  con pane raffermo; gli allievi  hanno costruito la capanna della natività rappresentando un piccolo scorcio di Betlemme: la città del Messia, la città  del Pane; il Pane che insieme al  Vino è  simbolo dell’Eucarestia per noi cristiani. Il secondo presepe premiato fuori concorso, è stato realizzato dalle classi terze, sezioni A e B della scuola primaria di Catona, gli alunni hanno  costruito un presepe, ponendo  dinanzi alla capanna  elenchi sparsi, contenente ognuno, un diritto del bambino, quale: la protezione, il rispetto, l’ istruzione, l’amore, la salute, la libertà, la convivenza democratica, la famiglia, il diritto alla vita. Le prime tre opere classificate che sono: per l’infanzia il plesso di Salice; per la primaria il plesso di Catona, sezione A e la scuola secondaria di 1° grado di Catona ,sono state premiate con la consegna di materiale didattico alle classi che le hanno realizzate, venerdì 5 gennaio all’interno di una manifestazione che si è svolta presso  la Chiesa Santa Maria d’Itria a Rosalì . La serata è stata allietata dal coro parrocchiale che ha proposto canti natalizi in vernacolo, mentre in piazza musica, crispellata e la tanta attesa befana per i bambini.