Reggio Calabria: arrestate 3 persone per porto abusivo di armi [NOMI E DETTAGLI]

Reggio Calabria, tre arresti da parte dei Carabinieri per armi: ecco i dettagli

carabinieri (1)Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Stazione di Reggio Calabria-Rione Modena, con il supporto dei Cacciatori Calabria hanno arrestato i reggini MEGALE Antonino, 69enne, con precedenti di polizia per reati sulle armi, il cognato DE CARLO Giovanni, 44enne, con precedenti di polizia per i reati di detenzione e spaccio sostanze stupefacenti, e il figlio MEGALE Bruno, 44enne con precedenti di polizia per spaccio di sostanze stupefacenti, porto abusivo di armi. I militari hanno perquisito una serie di abitazioni di persone fortemente sospettate di custodire illecitamente armi da fuoco. Nel corso delle ricerche, i tre sono stati sorpresi dai Carabinieri a nascondere all’interno di una botola posta al piano terra dell’abitazione, 2 pistole calibro 7,65 con matricola abrasa, complete di caricatore e munizioni, un coltello di grosse dimensioni ed una mannaia. A tale evidenza, i tre venivano dichiarati in stato di arresto e rinchiusi presso casa circondariale di Arghillà in attesa dell’udienza di convalida.