Sanità Messina, Fpl Cgil sul piano triennale del fabbisogno del personale: “A rischio le assunzioni fatte finora?”

Il Coordinatore Provinciale Sanità Antonino Trino,  il Responsabile Provinciale CGIL Medici Guglielmo Catalioto e il Segretario Generale Cgil Francesco Fucile chiedono al Commissario Straordinario ASP Messina quali conseguenze produrrà l’annullamento della delibera “Adozione del piano triennale del fabbisogno del Personale 2017-2019”

infermiereCon la delibera n. 1883/D.G. del 30 giugno 2017 veniva adottato dall’ASP Messina il Piano Triennale del Fabbisogno del Personale relativo al triennio 2017-2019. Il Giudice del Lavoro con la sentenza dell’8 Gennaio 2018 ha condannato l’ASP per avere tenuto un comportamento antisindacale e allo stesso tempo ha disapplicato la delibera in oggetto. Il piano triennale del fabbisogno del personale, introdotto con il d.lgs. 75/2017, assume per la pubblica amministrazione un ruolo sostanziale ed in particolare, le modifiche apportate all’articolo 6 del d.lgs. 165/2001, hanno modificato lo strumento programmatico da statico, quale è la dotazione organica, ad un piano essenzialmente gestionale, di natura dinamica, strumento che consente, pertanto, di assumere o stabilizzare personale”.Alla luce di  ciò e tenuto conto della necessità di corrette relazioni sindacali il Coordinatore Provinciale Sanità Antonino Trino,  il Responsabile Provinciale CGIL Medici Guglielmo Catalioto e il Segretario Generale Cgil Francesco Fucile chiedono al Commissario Straordinario ASP Messina quali conseguenze produrrà l’annullamento della delibera e, soprattutto di esprimersi se l’invalidazione dell’atto pubblico produrrà i paventati effetti negativi sull’assunzione o sulla stabilizzazione di quel personale che, da tutte le forze sindacali, è considerato fondamentale per garantire i Lea. “Invero si chiede– si legge nella nota- ai sensi e per gli effetti dell’annullamento in parola, se si dovrà procedere all’apocalittica scelta di annullare le assunzioni finora fatte, anche per le possibili refluenze che una situazione del genere scatenerebbe sulle altre aziende (trattandosi di assunzioni dalla graduatoria di bacino)”.