Messina, il parcheggio “La Farina” aperto a metà. Gioveni: “Occorrono interventi risolutivi” [FOTO]

Chiuso parzialmente, e a distanza di un mese dall’inaugurazione, una parte del  nuovo parcheggio “La Farina” di Messina. Il consigliere Gioveni: “fare chiarezza sull’accaduto e sui tempi che occorreranno per la riapertura

parcheggio la farina messina (1)Non è trascorso nemmeno 1 mese dall’apertura ufficiale del nuovo parcheggio “La Farina” allestito con i modulari, e quanto accaduto ieri ha dell’incredibile“. Non riesce a credere ai suoi occhi il consigliere comunale Libero Gioveni, che ha preso atto dell’inibizione parziale  di più di 200 posti auto, metà dei quali adesso sono stati sottratti alla cittadinanza. Sebbene proprio stamane siano  intervenuti degli operai per mettere in sicurezza provvisoriamente le parti pericolanti, si spera che a breve anche il piano terra del parcheggio  venga riaperto. ”Ciò che mi lascia alquanto perplessospiega Gioveni- è il fatto che prima dell’inaugurazione erano ben note le condizioni dell’intera struttura, tant’è che il crollo di una parte del muro perimetrale continuava ad essere tamponata da delle transenne! Perchè, quindi, non pensarci per tempo anzichè attendere danni maggiori e col rischio di pregiudicare la sicurezza dei fruitori della struttura? – si chiede il consigliere. Qualcuno ritengo debba dare delle spiegazioni – chiosa l’esponente del gruppo Misto – perchè l’Amministrazione ha speso somme per questo progetto che ha di fatto raddoppiato i posti auto (con un’ottima risposta da parte della cittadinanza in questo periodo natalizio), ma i cui sforzi adesso rischiano seriamente di essere vanificati, senza considerare l’ulteriore aggravio di spesa che si dovrà sostenere per gli interventi di messa in sicurezzaPertanto – conclude Gioveni - invito l’assessore Cacciola e il presidente del C.d.A. Foti a fare chiarezza sull’accaduto e sui tempi che occorreranno adesso per riaprire alla fruizione della cittadinanza il piano attualmente inibito. “Resta inteso- commenta il consigliere- che alla luce anche delle intemperie di questi giorni e di quello che potranno verificarsi in futuro, urge eseguire degli interventi definitivi a garanzia della pubblica sicurezza”.