Fondi al Comune di Messina, Genovese: “In questi anni l’Amministrazione ha beneficiato della programmazione di quelli che c’erano prima”

Tonino genovese

Il segretario della Cisl Messina interviene sul dibattito in corso sui fondi a disposizione del Comune di Messina: “ gran parte dei circa 500 milioni sbandierati da De Cola sono arrivati grazie al Piano per il Sud, al Masterplan e al Pon Metro, strumenti di programmazione voluti dal Governo Renzi a cui la Città Metropolitana di Messina è giunta impreparata”

Tonino genovese“Il dibattito avviato dal professore Michele Limosani e alimentato dall’intervento dell’assessore De Cola evidenzia come sia centrale il tema della progettualità, presente e futura, per lo sviluppo della città. Come Cisl abbiamo contestato più volte all’Amministrazione in carica, anche con toni forti, la necessità di una visione strategica d’insieme che guidi e orienti la progettazione, oggi assente a Messina, così come le parole del ministro Delrio hanno smascherato. L’intervento dell’assessore Sergio De Cola ha posto l’accento sulla capacità di questa Amministrazione di intercettare fondi europei, anche a fronte di una progettualità propria, ma ci duole constatare, ed è risaputo, come gran parte dei circa 500 milioni sbandierati da De Cola siano arrivati grazie al Piano per il Sud, al Masterplan e al Pon Metro, strumenti di programmazione voluti dal Governo Renzi a cui la Città Metropolitana di Messina è giunta impreparata, presentando progetti già esistenti e giacenti nei cassetti delle varie Amministrazioni della provincia. È mancato, e continua a mancare, una visione d’insieme di quello che dovrà essere il territorio messinese. Ma la nostra preoccupazione, già espressa almeno due anni fa, è l’assenza di progetti e di proposte che portino, nei prossimi anni, altre risorse a Messina. L’Amministrazione attuale, infatti, ha goduto in larga parte della programmazione che “quelli che c’erano prima” avevano avviato, ma quale sarà l’eredità di Accorinti al prossimo sindaco non è dato saperlo. Riteniamo che una progettualità vera richiede professionalità, competenze, uffici dedicati, concertazione tra le parti, coinvolgimento delle varie associazioni sindacali e datoriali mai chiamate sino ad ora a progettare insieme. È fondamentale, se vogliamo creare sviluppo e lavoro, che le prossime amministrazioni facciano un caposaldo del proprio programma la progettualità e il metodo della concertazione per una visione condivisa del territorio”- è quanto scrive in una nota il segretario generale della Cisl di Messina, Tonino Genovese.