L’Edic “Calabria&Europa” si riconferma tra le Europe Direct della Commissione Europea

L’Edic “Calabria&Europa” si riconferma tra le  Europe Direct della Commissione Europea 

Bandiera-Unione-Europea Con grande soddisfazione l’Edic di Gioiosa Jonica ospitata dall’Associazione Eurokom con sede operativa presso i locali di Palazzo Amaduri apre al meglio il nuovo anno assicurando al territorio calabrese di portare avanti in maniera rinnovata e sempre al fianco dei cittadini la comunicazione delle politiche comunitarie e delle opportunità offerte dall’Unione ai propri territori. Calabria&Europa, si è infatti confermata tra i centri di informazione selezionati dalla Rappresentanza in Italia dalla Commissione Europea. Il bando scaduto lo scorso luglio ha condotto i centri di informazione a misurarsi con le nuove sfide dell’UE, non da ultimo l’incremento dell’euroscetticismo e l’incalzare dei populismi, dettati spesso da insoddisfazioni economiche e insofferenze sociali, dando spazio a queste nuove sfide anche nella costruzione dei piani di lavoro triennali per concorrere alla nuova generazione della rete informativa che mira ad avvicinare l’Europa alla realtà quotidiana dei cittadini. Gli Europe Direct  sono gli strumenti attraverso i quali la Commissione Europea è presente su tutto il territorio nazionale. Operano come centri di informazione sulle tematiche europee che riguardano da vicino i cittadini. A Gioiosa Jonica toccherà grazie allo sportello gestito dall’Associazione Eurokom misurarsi su tematiche si sicuro impatto per i successivi mesi in ambito regionale con giovani, associazioni e cittadini del territorio jonico e non solo.Ben 20 sono infatti i partner che hanno sottoscritto il nuovo progetto di informazione e comunicazione che sarà diretto sempre da Alessandra Tuzza e condotto con i soci di Eurokom Loredana Panetta, Nicolò Palermo e Raffaella Rinaldis. Un team coeso che dal 2005 accompagna il nostro territorio lungo la conoscenza delle politiche per la coesione nate a vantaggio dei cittadini delle regioni dei diversi stati membri, ma spesso poco conosciute e la cui fondamentale rilevanza sembra passare in secondo piano rispetto alle contingenze locali.

È dovuto il ringraziamento da parte del gruppo di lavoro al partenariato istituzionale e associativo che ha sostenuto la candidatura formato dal Comune di Gioiosa Jonica,  l’Associazione dei Comuni della Locride rappresentante i 42 comuni del territorio locrideo; il Consorzio Crotone Sviluppo ente di House della Provincia di Crotone; i Comuni di Badolato nel catanzarese, Mongiana e San Nicola da Crissa nel vibonese, Taurianova nella Piana di GioaTauro; Locri, e Gerace; dalle Università: Unical di Cosenza con il Consorzio inter-universitario COIS; l’università Mediterranea di Reggio Calabria; La Regione Calabria con il Dipartimento Programmazione e Politiche Comunitarie; gli enti del terzo settore Cooperative Itaca di Palmi, l’European Business Mediterranee di Cosenza. Per il settore comunicazione la società PiGreco Communication Srl che gestisce editing e il Free press la Rivera, la televisione Tematica di genere Fimmina TV. Quindi per il settore sociale e rappresentanze sindacali la Cia Calabria; la rete dei Comuni Solidali REcosol ente inglobante 109 comuni operanti in ambito nazionale per l’accoglienza e la cooperazione per lo sviluppo. Infine il Consiglio Italiano del Movimento Europeo (CIME), attivo in Italia dal 1948.