Calabria: il Centro Sportivo Italiana esprima la propria solidarietà a don Ennio Stamile

Il Centro Sportivo Italiano (Csi) della Calabria esprime la propria incondizionata vicinanza e solidarietà a don Ennio Stamile, referente regionale dell’associazione Libera

libera“Vivere responsabilmente è il primo tassello per contrastare la subcultura mafiosa – afferma Giorgio Porro, presidente regionale del Csi Calabria – e in questo don Ennio Stamile è un esempio positivo per il nostro territorio calabrese. L’azione di Libera, infatti, è cristallina, soprattutto agli occhi dei giovani, ed è da stimolo per la comunità degli onesti”. “A don Ennio non chiediamo soltanto di andare avanti – sottolinea Porro – ma di farlo con il sorriso di sempre: al suo fianco c’è una Calabria, fatta di associazioni e movimenti come il Csi, che sta reagendo alle angherie della ‘ndrangheta con determinazione”.  Alle parole di Porro e del consiglio regionale del Csi si unisce anche la solidarietà del Consigliere Nazionale del Centro Sportivo Italiano, Paolo Cicciù, da pochi mesi scelto da don Stamile come referente dell’area Sport di Libera per la provincia di Reggio Calabria.