fbpx

Vigilia di Natale: ecco il suo significato simbolico e religioso

La Vigilia di Natale, giorno che precede il Natale, è carico di forte significato simbolico e religioso

VIGILIA-COP-640x498La Vigilia di Natale è il giorno che precede il Natale, una delle principali festività del mondo cristiano. Essa cade generalmente il 24 dicembre ma per le Chiese che continuano ad adottare il Calendario Giuliano, a causa dello sfasamento dello stesso rispetto al Calendario Gregoriano, la Vigilia di Natale si celebra 13 giorni dopo, quindi il 6 gennaio. Nella tradizione del mondo occidentale il giorno della Vigilia di Natale assume una forte valenza simbolica in quanto, nella notte, si celebra la nascita di Gesù, in una grotta di Betlemme, nella Giudea, regione della Palestina.  Secondo i Vangeli, seguendo la stella di Betlemme, i Re Magi, venuti da Oriente, trovarono un Bambino che giaceva in una mangiatoia, ne ricobbero l’importanza e Gli offrirono oro, incenso e mirra. Per il fedele, la Veglia notturna della Vigilia serve da transito verso il mistero della nascita del Dio che si fa umoo ed entra nella storia dell’umanità. Per l’anno liturgico della Chiesa cattolica, la Vigilia di Natale è l’ultimo giorno dell’Avvento ed è anche l’ultimo dei nove giorni feriali della cosiddetta Novena di Natale, nonché il primo del tempo di Natale. Nella celebrazione della Veglia i fedeli, dalla tarda serata sino all’alba del giorno di Natale, si riuniscono in preghiera.