fbpx

Lo smartphone dei desideri

Come è cambiato e come ha cambiato le nostre abitudini

apple-1281744_640

Era il 3 aprile del 1973: una data storica per la tecnologia perché è il giorno in cui Martin Cooper di Motorola fece la prima telefonata con un cellulare. Sono passati oltre 40 anni e la nostra vita è radicalmente cambiata. Con l’avvento degli smartphone le nostre abitudini sono radicalmente mutate.

Chi si ricorda i primi telefonini?

Ci sembra quasi preistoria pensare a come era fatti e soprattutto come erano limitate le funzioni, ovvero quello che ci potevamo e non ci potevamo fare. In principio furono i Nokia, parliamo di quelli che hanno visto una diffusione di massa, come i 5110. Il primo ad avere insieme alla cover intercambiabile, di forte appeal per i giovani dell’epoca, anche il famosissimo gioco da telefonino Snake. E a parte chiamate e messaggi, diciamo che non c’erano altre caratteristiche. È invece di un anno prima, quindi del 1997 l’ingresso sul mercato dei primi telefonini a conchiglia: il Clamshell. Del ’99 è il caro vecchio Blackberry, il primo ad avere una tastiera completa. Mentre invece dobbiamo aspettare fino al 2008 per la grande rivoluzione, quando l’iPhone con la sua tecnologia pionieristica e l’interfaccia touchscreen entra a far parte della storia dei telefoni cellulari cambiandoli per sempre. Oggi, grazie alla possibilità di connettersi ad internet con connessioni sempre più veloci, il numero delle funzioni dei nostri telefoni è aumentato a dismisura. Infatti, è possibile visitare i social network preferiti che spesso creano delle app dedicate come Instagram, uno dei più diffusi dopo Facebook, che è decisamente il più gettonato dai giovanissimi per l’immediatezza delle immagini.

Sono nati anche giochi ottimizzati per la fruizione da dispositivi mobili. La scelta è ampissima e, fra i giochi a premi, ci sono anche le slot machine che online hanno trovato tantissime varianti tutte fruibili da smartphone.

I telefoni di nuova generazione vengono comunque pur sempre usati per comunicare. In questo caso, oltre naturalmente alle telefonate ed agli sms, sono stati implementati con applicazioni di messaggistica istantanea. In questo caso, WhatsApp è una delle app più usate sia per lo scambio di messaggi di testo, foto, audio e video. Sono servizi e applicazione così integrati nelle nostre giornate che diamo praticamente per scontato. Pensiamo a quali semplici gesti ci ritroviamo a fare quotidianamente, come automatismi, in maniera del tutto naturale da quando maneggiamo un telefonino intelligente. Pensiamo a tutti quei servizi, tutte quelle faccende professionali o private che gestiamo da cellulare e che non si riferiscono alla semplice telefonata. Ma pensiamo anche a come potrebbe essere oggi il nostro quotidiano se tutto ad un tratto gli smartphone venissero meno. Inimmaginabile vero?!?

Ecco come è cambiato il telefonino e soprattutto come siamo cambiati noi in relazione ad esso.